Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Titano San Marino attende la visita di Fermignano, le parole di coach Padovano

La buona prova di Assisi, pur con risultato che non ha sorriso, lascia spazio al ritorno al Multieventi. Assente da casa da due turni per ragioni di calendario, la Pallacanestro Titano vuole farsi accarezzare dal tifo di casa per ripartire con la massima grinta e la giusta intensità. Domani, sabato 10 novembre, a Serravalle arriva Fermignano, già affrontata nel precampionato da Macina e compagni ma ora cresciuta enormemente fino a diventare una delle principali forze del girone (una sola sconfitta e secondo posto dietro a Urbania). Palla a due alle 18.

Coach Padovano, come esce la squadra da Assisi?
“Dispiace aver preso quel parziale nel finale, sarebbe stato diverso concludere la nostra prova con un -4, un -6 o un -8. È chiaro che nel bilancio della partita va messo l’ottimo primo tempo e l’aver tenuto comunque botta nel secondo contro una squadra di altissimo livello, ma bisogna fare sempre di più. Nei momenti delicati tendiamo a smarrirci e non deve succedere. Bisogna sempre rimanere agganciati alla partita.”

Come sta la squadra?
“Kevin Riccardi è acciaccato e le sue condizioni andranno verificate, per il resto tutti a posto. La squadra è in salute.”

Cosa pensi di Fermignano?

“Ha già vinto su due campi difficili come quelli di Orvieto e Todi, per noi sarà un test difficile che dobbiamo affrontare al meglio. Fermignano ha giocatori di alto livello come Perini, Facenda e Altavilla che possono incidere in tutti i momenti della partita. Come giocano? Diciamo che preferiscono ritmi più bassi, attaccare a difesa schierata e andare anche spalle a canestro. Potrebbero soffrire pressing e alte velocità, dovremo provare ad approfittarne.”

Ufficio Stampa Pallacanestro Titano San Marino

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: