Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La corsa del Valdiceppo si ferma nel derby contro Perugia, la decide Marsili sulla sirena

Il derby si conclude con una sconfitta per i ponteggiani che dopo aver allungato nel terzo periodo non riescono a contenere l’esuberanza e l’intensità dei padroni di casa e si giocano l’ennesima partita punto a punto. Nel finale viene premiata, con merito, la formazioni di coach Boccoli che si impone di un punto 61-60. Ad avvio partita è un duello Marsili, Ouedraogo. Il primo che va a segno in arresto e tiro e l’altro che domina sotto i tabelloni. Nella seconda frazione è la Sicoma che prova a distanziarsi con una difesa più attenta e una maggior presenza a rimbalzo con Meschini e Burini a colpire da fuori.

Ma si arriva alla pausa lunga solo sul più 5 ospite grazie alle giocate di Righetti e Gagliardoni che ricuciono lo svantaggio. Terzo quarto con Peychinov che mette la sua unica bomba del match poi è il turno del confronto Faina Casucelli che si rispondono botta su botta a suon di triple. Sembra che siano gli ospiti ad averne di più ma quando sta per finire il periodo entra in partita anche Monacelli e si arriva all’ultima frazione sul punteggio di 44-49. Nell’ultima frazione si prosegue sulla stessa falsa riga. Valdiceppo che prova ad allungare ma senza troppa convinzione e si perde qualche occasione di troppo per uccidere il match.

E’ la voglia e l’intensità degli esterni perugini che permette ai padroni di casa di non uscire dalla partita e quando ancora il positivissimo Faina segue Antonioli con due tiri da tre punti è addirittura sorpasso Perugia. Gli ultimi possessi vedono Grosso pescare il Jolly da lontanissimo per il controsorpasso ospite a 11 secondi dal termine, prima che Marsili da timeout in penetrazione riesce a segnare da sotto per il più uno. Sul 61-60 è Meschini che da sotto ha la possibilità di ribaltare il risultato ma la sua conclusione non è precisa e quindi è Perugia ad esultare.

Una gara che dovevamo chiudere prima, afferma coach Formato, purtroppo ci riesce difficile farlo in trasferta. Avevamo in mano il controllo del gioco e della partita e aver perso questi due punti potrebbe risultare complicato per il proseguo del campionato. In un derby che si gioca punto a punto ci sta che alla fine vincano gli altri. Come ci può stare che gli altri vadano a segno con una tale continuità galvanizzati dall’atmosfera e dalla spensieratezza con cui arrivano alla sfida, dovevamo concedere loro meno occasioni come questa.

Forse come staff non siamo stati abbastanza bravi a trasmettere con precisone quello che sapevamo fosse il tema della partita: meno schemi e tattica ma più lotta a rimbalzo e aggressività per tutti i 40 minuti. Di sicuro però è da sconfitte come queste che le squadre si compattano e spero proprio che possiamo imparare a stare più sul pezzo e ad avere più cattiveria e quel cinismo necessario in occasioni del genere. Ora si pensa a Bramante per la sfida di domenica in casa.

Perugia Basket - Sicoma Valdiceppo 61-60
(16-19; 14-16; 14-14;17-11)

Perugia: Righetti L. 3, Righetti T. 10, Frolov 2, Marsili 10, Monacelli 14, Ciofetta NE, Faina 14, Fiorucci, Gagliardoni 2, Nana, Antonielli 6, Gomez NE; All. Boccioli

Valdiceppo: Grosso 8, Okon 4, Paychinov 6, Meschini 14, Ouedraogo 14, Burini 4, Casuscelli 11, Quondam, Anastasi NE, Ciancabilla NE, Curti NE, All. Formato

Ufficio Stampa Basketacademy.it

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: