Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Nova Campli Basket si gode l'importante successo conquistato a L'Aquila

Nuovo Basket Aquilano - Nova Basket Campli 66-67

Nuovo Basket Aquilano
: D’Ippolito 5, Nardecchia 2, Budrys 14, Antonini 10, Di Biase 8, Pocius 23, Ciuffini 4, Aristotile n.e, Nardecchia N. n.e, Di Girolamo n.e Capo all.re Stama, ass. All.re Tedeschini Davide, D.T Nardecchia Paolo

Nova Campli
: Della Loggia 6, Nardi 8, Di Emidio, Di Carlo, Moretti 10, Ferrari 19, Lupinetti, Schiavoni 14, Sumskis 8, Zacchigna 2, Di Attilio, Capo all.re Tempera, ass all.re Di Carlo

Parziali
: 22-18, 12-15, 12-17, 10-17
Progressivi: 22-18, 34-33, 56-50

Finalmente la squadra che vogliamo, con grinta, determinazione e gioco di squadra per tutti i 40 minuti. La Nova più bella della stagione sbanca con merito il durissimo campo del Nuovo Basket Aquilano e conquista due punti preziosissimi nella lotta alla salvezza. Pronti via e gli ospiti sembrano la fotocopia delle precedenti partite, facendo scappare i locali sul 9-0. Pian piano però le volpi biancorosse iniziano a cucire trame offensive molto efficaci che portano a ridurre il gap e a mantenersi a stretto contatto con gli uomini di coach Stama. Chiave di volta della partita sarà la zona 2-3 ben messa in campo da coach Tempera che inceppa e non poco l’attacco della formazione aquilana fino al decisivo finale di partita.

Così se si fa eccezione per inizio terzo quarto dove i locali provano a scappare sul + 7, la Nova stavolta è altra cosa rispetto alle precedenti uscite, perché rimane compatta e grazie ad una buonissima regia del playmaker Nardi, oltre alla strepitosa vena al tiro dall’arco (5/7) di un mortifero Ferrari, riesce a portare la contesa fino agli ultimi minuti dell’ultimo quarto in perfetto equilibrio arrivando sul -2 e con una bomba di Schiavoni che porta il primo vantaggio sul 64-65 a circa un minuto dalla sirena. Sul fronte opposto però Antonini torna a sorpassare con un arresto e tiro vincente 66-65. A circa 30” alla fine, gli ospiti dopo una recuperata in difesa, sul ribaltamento trovano una penetrazione vincente di Stefano Moretti che porta il vantaggio di nuovo per la Nova (66-67).

Il seguente attacco dei padroni di casa viene ottimamente difeso da Sumskis e soci e sul seguente fallo su Moretti a 18” dalla fine potrebbero scorrere i titoli di coda per una vittoria della Nova ma così non è perché il bomber biancorosso fa 0/2 dalla lunetta con i locali che hanno ancora la possibilità del tiro della vittoria. Due tiri provati prima da Pocius e poi dall’altro lituano Budrys vengono ottimamente contrastati dalla difesa biancorossa con la palla arpionata da Lele Della Loggia e la vittoria esterna che diventa realtà per la Nova. Festa finale tra la formazione ospite e i sostenitori che l’hanno seguita anche a L’Aquila. Finalmente uno squillo importante arriva dagli uomini di Tempera che vincono su uno dei campi più difficili della serie C ma ora piedi a terra perché domenica in casa si affronterà un’altra squadra molto forte, l’Olimpia Mosciano e sarebbe bellissimo non fermarsi proprio ora.

AREA COMUNICAZIONE NOVA BASKET

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: