Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Vuelle Pesaro, coach Calbini ''Andiamo a Cantù con entusiasmo e fiducia''

La Vuelle Pesaro cerca nel posticipo di Lunedì sera a Cantù la prima vittoria esterna della sua stagione. Presentiamo la trasferta dei biancorossi in terra brianzola attraverso le parole del vice allenatore Paolo Calbini raccolte dall'ufficio stampa della società pesarese.

Il vicecoach della Vuelle Paolo Calbini presenta la trasferta dei biancorossi, impegnati lunedì 19 novembre alle 20.30 nella settima giornata di campionato sul campo del PalaBancoDesio contro la Red October Cantù: "La vittoria contro Trieste ha portato entusiasmo e ci stiamo allenando bene. Speriamo di ripetere la prestazione di Brescia e fare anche meglio, portando a casa la vittoria. A differenza di quanto si potrebbe pensare per le vicende degli ultimi giorni, i giocatori di Cantù daranno il massimo e sono convinto che faranno una partita più intensa del solito; l'ambiente si sta compattando e sarà carico per la partita contro di noi. I nostri ragazzi hanno acquisito convinzioni ulteriori rispetto ad alcune settimane fa, grazie al lavoro in palestra", ha detto Calbini.

Sul giocatore MVP del match di lunedì scorso contro Trieste, Erik McCree, il viceallenatore biancorosso ha dichiarato: "All'inizio non giocava secondo le proprie possibilità e anche lui non ne era contento. Ha qualità e punti nelle mani, oltre a ottime caratteristiche, spero che l'ottima prestazione contro Trieste sia l'inizio di un periodo positivo per lui. Lunedì affronteremo un nostro ex, Frank Gaines, che è cresciuto rispetto alle esperienze avute qui a Pesaro e a Caserta. Cantù ha giocatori esperti ed è una squadra fisica, con giocatori che sono già stati in Italia. Udanoh, Jefferson, Mitchell sono molto energici. In casa corrono molto di più rispetto a quanto fanno in trasferta e sono più offensivi che difensivi", ha analizzato.

"A Desio dovremo essere bravi a correre in contropiede e facendoli lavorare molto in difesa per farli arrivare a fine azione in modo da avere tiri aperti. Inoltre servirà anche fare bene nella fase di transizione difensiva, dato che sono una delle squadre migliori nel realizzare canestri nei primi 6-7 secondi di azione", ha concluso il vicecoach.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: