Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

I Bad Boys Fabriano cercano il riscatto a San Severino, le parole e la carica di Marco Toppi

La sconfitta nel derby contro i Brown Sugar ancora brucia ma già dalla trasferta di San Severino i Bad Boys Fabriano avranno l'opportunità di rialzarsi e riprendere il loro cammino. Andiamo a tastare l'umore in casa fabrianese attraverso le parole del lungo Marco Toppi, uno dei fiori all'occhiello del mercato estivo della squadra di coach Rapanotti, nonchè uno deigli elementi più esperti di un gruppo che rimane tra i più giovani dell'intera Serie D.

- Ciao Marco, brutta sconfitta nel derby contro i Brown Sugar da archiviare il prima possibile.
"E' stata una brutta partita nella quale i nostri avversari hanno giocato molto bene, hanno fatto canestro ed hanno girato molto bene la palla. Noi invece abbiamo fatto tutto l'opposto, passandoci poco il pallone e sbagliando parecchio in attacco. Purtroppo è arrivata una brutta sconfitta, che vogliamo però subito metterci alle spalle ad iniziare dalla prossima partita."

- Siete una squadra molto giovane che in estate ha cambiato parecchio. Cosa vi manca ancora per fare un ulteriore passo in avanti?
"Essendo un gruppo molto giovane composto da tanti ragazzi alla prima esperienza in un campionato di Serie D, ci manca sicuramente un pò di malizia ed esperienza. Facciamo ancora un pò di fatica nel trovare gli equilibri e la giusta chimica, ma questo penso sia normale, e per crescere abbiamo solo bisogno di un pò di tempo."

- Anche perchè non va sottovalutato il fatto che fino ad ora, soprattutto in trasferta, avete giocato incompleti.
"Hai perfettamente ragione e per una squadra che ha bisogno di giocare insieme e di fare esperienza questo è un problema ancora maggiore. Spesso in trasferta noi giocatori più esperti siamo mancati per problemi lavorativi. Sono comunque convinto che questo gruppo abbiamo tutte le possibilità di fare bene e di crescere."

- Sabato vi attende la trasferta di San Severino, che partita ti aspetti?
"Mi aspetto sicuramente una reazione ed una prova di orgoglio dopo le ultime due partite che sono andate male. Dovremo mettere in campo tanta energia, tanta voglia di far bene e parecchia pressione difensiva. Abbiamo tutti la voglia di fare bene e di metterci alle spalle le ultime prove incolori."

- Fino ad ora avete comunque dimostrato di poter tranquillamente stare in un girone che comunque è molto combattuto ed equilibrato.
"Il nostro girone si sta rivelando molto combattuto, intenso e soprattutto difficile. Ci sono tanti buoni giocatori ed il livello mi sembra un pò più alto rispetto a quello delle stagioni scorse. Fino ad ora c'è stato tanto equilibrio e sono sicuro che anche noi potremo dire la nostra, considerato che abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti."

- Quale pensi possa essere il vostro obiettivo?
"Il nostro principale ed unico obiettivo è sicuramente la salvezza che vogliamo raggiungere il prima possibile. Poi se verrà qualcosa di più ben venga. La strada è ancora molto lunga e per ora dobbiamo pensare ad una partita alla volta, continuando a lavorare duro."

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: