Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Ubs Foligno Basket supera la Robur Osimo dopo un tempo supplementare

L'Ubs Basket Foligno supera la Robur Osimo dopo un tempo supplementare e conquista la quinta vittoria stagionale, confermando la propria posizione in piena zona playoff. Partita molto intensa e combattuta con le due squadre che si sono spesso alternate in testa nel punteggio senza riuscire mai a conquistare vantaggi importanti. La squadra osimana, che ha visto esordire l'ultimo arrivato Amin Rezk, ha disputato una buona prova provando l'allungo nel terzo parziale chiuso avanti 54-61.

Ad inizio dell'ultimo parziale i padroni di casa hanno piazzato un break di 9-1 che ha completamente riaperto la gara. Gli ultimi minuti sono andati avanti punto a punto, con la gara che si è decisa solo all'overtime. Alla fine l'hanno spuntata i padroni di casa che hanno avuto ben sei uomini in doppia cifra, con Giacomo Tosti su tutti con 20 punti. Nella Robur bene Bini e Cardellini autori, rispettivamente, di 22 e 21 punti.

Ubs Basket Foligno - Robur Osimo 86-83 dts

Foligno: Tosti G. 20, Rath 12, Camacho 13, Sakinis 18, Mariotti 10, Guerrini, Tosti F., Anastasi 10, Di Titta 9, Marchionni 2, Marani ne, Nikoci 2. All. Sansone

Osimo: Catalani 9, Loretani 3, Conti 13, Carletti 1, Bini 22, Breccia 2, Domesi ne, Paladino ne, Pierucci 2, Cardellini 21, Rezk 9. All. Marini

Parziali: 16-22, 22-19, 16-20, 17-10, 15-12.
Progressivi: 16-22, 38-41, 54-61, 71-71, 86-83.
Usciti per 5 falli: Catalani e Conti (Osimo)

Arbitri: Nenci e Mattioli

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: