Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Una buona Samb Basket si arrende nel finale alla Vigor Matelica

Una Samb Basket gagliarda che è partita benissimo arrivando a +13 nei minuti iniziali, mantenendo il vantaggio fino ai primi minuti dell’ultimo quarto ma poi la freschezza del Matelica, corazzata del girone, ha prevalso tanto da portare i biancorossi a dilagare negli ultimi minuti quando il divario si è fisato sul + 10 finale.

Gli uomini di Aniello perdono dunque 79 a 89 in casa ma erano partiti bene. Molto bene. Eccezionale Murtagh nel primo quarto quando l'inglese si rende protagonista di 14 punti. La prima frazione si chiude 26-21 per i rossoblu che in avvio di secondo quarto trovano pure un grande Pebole autore di una penetrazione caparbia e un bel tiro da tre nei primissimi minuti. Via via che passa il tempo la Samb sembra consolidare il suo predominio arrivando addirittura a un break di + 9 a tre minuti dalla fine del secondo quarto. A questo punto il Matelica si riorganizza, chiede il time-out e comincia a rosicchiare punti, arrivando a -6 all'intervallo. Samb però sempre avanti 45-39 in tabellone.

Il terzo quarto segna un avvio arrembante degli ospiti che si portano a -2 prima che la Samb ristabilisca le distanze con Pebole e capitan Bugionovo sugli scudi. Poi i biancorossi si giocano la carta del lungo Mbaye e riescono a portarsi in vantaggio, prima +1 e poi addirittura +4. Aniello risponde "fisicamente" con l'ingresso di Carancini riuscendo a riportarsi sul 60 pari a 23 secondi dalla fine. Ultimi secondi rocamboleschi con il Matelica che va sul +1 per poi subire la beffa proprio sulla sirena quando la Samb va a canestro con Cesana al termine di una bella combinazione con Qunzi e lo stesso Carancini. Rossoblu che chiudono il terzo quarto con un parziale negativo di 18-23 ma avanti nel punteggio 63-62.

Il quarto quarto racconta una prima parte in equilibrio, punto su punto ma un finale che tradisce i padroni di casa, autori di troppi errori in attacco col Matelica che allunga fino al + 10 finale. Complessivamente gli ospito sono stati più efficienti nei tiri liberi (80% Matelica, 68% Samb) e più precisi sia nei tiri da 2 che da 3. Ortenzi, abituato a vestire i panni del cecchino dalla distanza, in ombra questa volta. In ogni ragazzi di Aniello hanno disputato un buon incontro, soffrendo sui rimbalzi solo nel terzo quarto, quando è subentrato Mbaye. La differenza, probabilmente, l’ha fatta la panchina lunga del Matelica

SAMB: Roncarolo, Ortenzi 6, Capleton, Quercia, Carancini, Bugionovo 9, Murtagh 24, Cesana 18, Lucenti, Pebole 22, Quinzi, Correia. Allenatore Daniele Aniello, assistente Carloni.

MATELICA: Mbaye 4, Rossi 11, Sorci 13, Trastulli 14, Vissani 5, Vidakovic 2, Boffini 11, Tarolis 29, Pelliccioni, Selami. Allenatore Sonaglia, assistente Porcarelli.

Parziali: 26-21, 19-18, 18-23, 16-27. Finale 79 a 89

ARBITRI: Antimiani e Di Santo.

Ufficio Stampa Sambenedettese Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: