Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Vuelle Pesaro batte la Virtus Bologna in volata, la Vitrifrigo Arena esplode di gioia

Nella nuova Arena targata Vitrifrigo e nella giornata del Vuelle Day (non valgono abbonamenti, quindi tutti con biglietto), va in scena il “derby” tra la Vl e la Virtus Bologna, squadre separate da due punti in classifica (la Vl 8° a 6).
Entrambe vengono da una vittoria : la Vl corsara in quel di Desio contro una Cantù alle prese con una difficilissima situazione societaria, mentre la Virtus ha avuto ragione di Torino al Paladozza.

Arbitri: Sahin T.O., Borgioni D., Perciavalle A. (spett:3809 )

QUINTETTI
VL:
Blackmon, McCree, Artis, Murray, Mockevicius
VIRTUS: Punter, Taylor, Aradori, Mbaye, Qvale

PARZIALI: 22-28;45-47(23-19);65-67(20-20);89-86(24-19)

VL: Blackmon Jr. 19, McCree 24, Artis 17, Murray Jr. 2, Conti Ne, Giunta Ne, Ancellotti 0, Alessandrini Ne, Monaldi 5, Shashkov 0, Zanotti 3, Mockevi?ius 19. All. Galli

Virtus BO: Punter 7, Pajola 2, Taylor 9, Baldi Rossi 2, Cappelletti 5, Kravic 22, Aradori 19, Berti Ne, M’Baye 16, Cournooh, Qvale 4. All. Sacripanti

1° Quarto
Inizio targato Artis-Mockevicius per i pesaresi che si portano sul 6-1. Taylor prima e Mbaye poi rispondono all’inizio pesarese e portano avanti le V Nere. Mockevicius molto presente in attacco sia in difesa: tiene addirittura Mbaye e lo costirnge alla persa.: differenza del solito il lituano sembra essere subito in partita a differenza del solito inizio un po’ “diesel”.Blackmon si inventa un canestro funambolico: si va avanti spediti con pochi falli e gioco poco spezzato. Si iscrive intanto al match anche Aradori tra le file bolognese. Blackmon sveglia la Arena per ora un po’silente vista la portata del match con una tripla da distanza siderale.

Ma Aradori risponde subito con stessa moneta.Ma per ora totale equilibrio. Artis segna altra bomba allo scadere.
Entra Ancellotti e la Vl soffre subito Qvale: canestro subito con fallo dal capitano della Segafredo, a cui fa subito seguito una palla persa a centrocampo dal capitano VL. Blackmon dalla lunetta segna la parità e il suo decimo punto personale. Ma ancora Ancellotti a soffrire in difesa e a lasciare per il secondo sottomano semplice subito. Vl in confusione, che propizia il parziale virtussino di 6-0 che fa finire il quarto sul 22-28.

2° Quarto
Galli toglie il disastroso Ancellotti e rimette Mockevicius; in campo anche il giovane Shaskov.
Baldi Rossi inagura il quarto con il massimo vantaggio bolognese. Shaskov sbaglia una schiacciata sanguinosa. Vl che comunque che con il rientro del centro lituano soffre meno i lunghi virtussini, ma in attacco sono solo 2 i punti a referto. Svantaggio che si allarga con un’altra persa banale da rimessa dal fondo della Vl. -10 e timeout obbligato per Galli. Mockevicius dà respiro al referto pesarese con un’ottima presenza a rimbalzo d’attacco. Artis segna un’importantissima tripla che tiene i pesaresi vicini in un momento di totale asfissia offensiva dopo il 4-0 virtussino. Vl imprecisa sotto i ferri dove la lotta si è fatta totale: McCree, finora quasi annullatto dalla difesa di Sacripanti, segna il 2+1 del -6. Ancora Mockevicius e la Vl è sul -4 ed è timeout Virtus.

Da sottolineare che il trio Blackmon-Artis-Mockevicius ha segnato 31 dei 38 punti del fatturato pesarese e gli italiani sono fermi a 0. Mbaye dalla lunetta tiene il vantaggio bolognese. Fallo su Blackmon di Punter che subisce anche il tecnico: dalla lunetta tre su tre per James e -2.Monaldi rinuncia consecutivamente a due triple consecutive che fanno infuriare il Palas: apporto italiani di Pesaro come detto totalmente assente. Mbaye segna il 2+1 a 13 secondi dal termine: lo stesso Monaldi si rifà con un pregevole assist per un immenso Mockevicius. Finale 45-47 di una partita molto fisica,diventata molto spigolosa.

3°Quarto
Subito pareggio Vl con Artis. Aradori e Mbaye firmano il 4-0.Artis dalla lunetta fa 15 personali e McCree pareggia subito. Stoppatona di Mbaye che propizia il contropiede uno contro zero di Taylor che sbaglia in modo incredibile. McCree insegna pallacansetro e Mokoevicius deposita il +2 pesarese. Artis commette il suo terzo fallo:Aradori glaciale dalla lunetta riporta in partita sul 55.vMcCree da tre segna il +3, Blackmon sbaglia quella del possibile +6. Partita si infiamma.

La Virtus segna solo dalla lunetta con i soliti Mbaye e Aradori: quest’ ultimo riporta in vantaggio la Virtus, ma Artis pareggia immediatamente. Tripla di Zanotti e primi punti italiani di Pesaro a cui fa seguito però la schiacciata di Kravic.
Punter (autore di un solo punto e con quattro falli a carico) dalla lunetta porta i virtussini sul +2. Periodo in cui non si segna più: le due squadre hanno speso molto fisicamente e si fa fatica a costruire buoni tiri. Aradori intanto con il tap in porta il +4, accorciato a +2 sul finale di quarto da un positivissimo McCree. All’ultimo mini intervallo si va sul 65-67 ospite.

4°Quarto
Ottima difesa di Zanotti in inizio quarto su Taylor e Vl che Monaldi si porta in vantaggio.Vl senza lungo in questo inizio visto il pessimo Ancellotti, e la Vl paga con Kravic (arrivato a 20). Monaldi è finalmente nel match. Dall’altra parte è l’ impronosticabile Cappelletti a riportare avanti i bolognesi dopo un ping pong di cambi di vantaggio. Kravic intanto inchioda un’altra schiacciata e fa +4. Galli chiama timeout.Blackmon torna a segnare dopo la sopsensoone; Gran canestro di Taylor che rimette 4 punti tra le due squadre. McCree a segno con la bomba uguale a quella di Cantù che ha portato alla vittoria. Blackmon in contropiede per il vantaggio.Ma si sveglia Punter: tripla da oltre nove metri e di nuovo più due pesarese.4 minuti al termine e 81-82.

LA Vl si mangia due liberi con Mockevicius e McCree ma è parità.
Taylor commette intanto il quinto fallo.Blackmon dalla lunetta porta due punti di vantaggio ai pesaresi. Aradori mette la tripla importantissima del +1 V Nere. Mockevicius per il nuovo vantaggio. Si entra negli utili due minuti sul +1 per i pesaresi. McCree va per il +3 con grande uno contro uno su Mbaye. McCree strappa rimbalzo dopo tripla sbagliata di Punter. Dall’altra parte però Pesaro si costruisce un pessimo tiro che non prende nemmeno ferro. Punter finora quasi assente segna -1. Dall’altra parte Blackmon si fa stoppare da Qvale. Attacco Virtus per passare avanti: Aradori tira la bomba che si infrange sul secondo ferro: la Vl dà per uscita troppo presto la palla: arriva Qvale, salva la sfera e la Virtus subisce il fallo ma non è in bonus e quindi non ci saranno tiri liberi.

Timeout per Sacripanti. Ottima difesa della Vl: Punter tira da 10 metri e sbaglia.McCree strappa il rimbalzo, subisce il fallo e va in lunetta: glaciale due su due.89-86. Altro timeout Sacripanti per organizzare il pareggio, con la Vl che ha l’opzione del fallo per non subire la tripla. Il tiro è di Aradori, marcato e a bassa percentuale: primo ferro, rimbalzo dell’incredibile Mockevicius e sirena. Tripudio totale alla Vitrifrigo Arena, inaugurata nel migliore dei modi. Terza vittoria consecutiva pesarese (da ricercare nei libri di storia la precedente…)

Giacomo Bertini

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: