Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Poderosa Montegranaro così fa male, la Scaligera Verona la spunta al fotofinish

Così fa male. La tripla sulla sirena di Henderson condanna la XL EXTRALIGHT® alla prima sconfitta esterna della stagione e consente alla Tezenis Verona di agganciare proprio i veregrensi al quarto posto in classifica. A far male non è tanto la sconfitta in sé, che ci può stare sul campo di una delle squadre più quotate del campionato, ma per come i ragazzi di coach Pancotto hanno gettato alle ortiche un successo che sembrava ormai in cassaforte. Il canestro allo scadere della guardia americana è stata un’atroce condanna per una Poderosa brava a tenere duro nel primo tempo e poi brava a scatenarsi nella ripresa, con un chirurgico Corbett e l’ex di turno Palermo ad alimentare l’allungo gialloblu fino al +13 (50-63 a 6’ dalla sirena). 

Prima dell’ultimo periodo nessuna delle due squadre era riuscita a prendere nettamente il comando delle operazioni, con la XL EXTRALIGHT® prima a rispondere colpo su colpo ai tentativi di allungo scaligeri, e poi, trovando risorse preziose in panchina dai vari Petrovic, Testa e Treier, a mettere le mani sulla partita serrando le maglie in difesa e trovando il canestro con buona fluidità in attacco. Così quando Amoroso infilava i due liberi del nuovo +12 (53-65) con 5’ sul cronometro e Dalmonte richiamava in panca Candussi con 4 falli i giochi non sembravano fatti ma poco ci manca.

E invece punto su punto, palla recuperata su palla recuperata, l’aggressività difensiva del quintetto piccolo veronese ha mandato in tilt una Poderosa improvvisamente attanagliata dalla paura di vincere. Il pareggio a quota 67 la mette Amato con 1’ e mezzo da giocare, poi quando Ferguson scippa Traini e vola solitario al ferro per chiudere un parzialone di 16-2 sembra volgere al brutto per i montegranaresi con meno di un minuto sul cronometro. L’Agsm Forum diventa una bolgia, la zittisce Palermo con la tripla che ridà speranze alla Poderosa (69-70 con 33” da giocare). La palla torna a Verona e coach Dalmonte la affida, come prevedibile a Ferguson: sul cambio difensivo, Simmons è commovente nel tenere l’uno contro uno e forza la palla persa all’ex Biella. 

È Traini ad arpionare il pallone e a subire l’ovvio fallo immediato veronese con ancora 9” sul cronometro. Il play realizza il primo, ma fallisce il secondo lasciando così la porta aperta ai sogni veneti. Sul rovesciamento di fronte, la palla finisce nelle mani di Henderson, che pur raddoppiato da Palermo e Amoroso, da oltre 7 metri trova il fondo della retina. Una beffa atroce che però non cancella l’ennesimo messaggio lanciato a questo campionato: la XL EXTRALIGHT® c’è e può giocarsela a viso aperto sempre e comunque.

Queste le parole di coach Pancotto in sala stampa: «Senza nulla togliere a Verona, siamo molto arrabbiati per questa sconfitta ma anche convinti di aver fatto una grande partita fuori casa, al cospetto di una grande squadra, con una evidente crescita sia a livello di gioco che di percentuali. Oltre all’arrabbiatura, è questo che dobbiamo portarci a casa come valore. Ma dobbiamo portarci anche la capacità di correggere gli errori, a partire dal non aver saputo gestire il vantaggio. Ci sono mancate lucidità e capacità di lettura dei tempi della partita.

Abbiamo concesso a Verona di accelerare i tempi e di fare la bagarre. Da lì sono uscite fuori palle perse sanguinose che hanno permesso loro dei canestri facili. Resto comunque dell’idea che abbiamo fatto una partita dai grandi contenuti, soprattutto in difesa, dove abbiamo fatto un ottimo lavoro per impedire conclusioni in area e sugli scarichi. Su questa difesa abbiamo costruito tutta la nostra partita ed il vantaggio che avevamo accumulato. Ripartiamo da questi valori per costruire la prossima partita».

TEZENIS VERONA-XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 72-71

VERONA
: Dieng ne, Ferguson 15, Amato 11, Guglielmi ne, Oboe ne, Candussi 13, Henderson 16, Maspero, Udom 12, Quarisa, Severini 5, Ikangi. All.: Dalmonte. 

MONTEGRANARO
: Treier 4, Testa 3, Mastellari, Simmons 8, Palermo 16, Petrovic 6, Negri 6, Corbett 19, Amoroso 6, Traini 3. All.: Pancotto.

PARZIALI
: 21-18, 15-17, 14-19, 22-17.

Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: