Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Magic Basket Chieti ed un Sabato speciale, gemellaggio con gli Orlando Magic e sfida al Falconara

“Magic moments filled with love” cantava Perry Como qualche lustro orsono, “momenti magici pieni d’amore”, sono quelli che sabato saranno vissuti dalla grande famiglia neroverde, tutta unita per celebrare il suo Natale con una giornata speciale, molto speciale. “Mi avessero detto 15 anni fa, quando fondammo, insieme a pochi amici, la Magic, che saremmo arrivati a gemellarci con una squadra NBA, sarei scoppiato a ridere - ha commentato il Presidente Enzo Milillo - Eppure sta per accadere, sabato prossimo, io e Ivan Pantalone scambieremo le casacche con John Gabriel (n.d.r. Executive Advisor degli Orlando Magic), in una cerimonia ufficiale che avrà come cornice la maestosità e la bellezza del Teatro Marrucino.

Incredibile ma vero, anche se ci tengo a precisare che niente arriva per caso. Raccogliamo oggi il frutto di tanto tanto lavoro da parte di una società, la nostra, che vive esclusivamente della passione e dell’impegno di tanti oscuri protagonisti, capaci di portare avanti e mettere in campo 18 squadre, un record, sia maschili che femminili, praticamente tutto o quasi il movimento della pallacanestro a Chieti. Ho notato che qualcuno con arroganza e sfrontatezza si è autoproclamato erede della tradizione cestistica di Chieti, bene a costoro rispondiamo che noi la storia della pallacanestro a Chieti la stiamo scrivendo senza interruzioni da 15 anni e che abbiamo intenzione di continuarla a scrivere per tanto altro tempo, come faremo sabato, davanti alla nostra città e all’intera famiglia neroverde. Fatti non parole! Colgo l’occasione, inoltre, per invitare tutti, sarà un momento speciale che vogliamo condividere con la nostra città, nessuno escluso”.

E allora vale la pena ricordare che la cerimonia inizierà alle ore 16.00 di sabato 22 dicembre, presso il Teatro Marrucino, ingresso libero sino ad esaurimento dei posti. Ma la giornata del 22 dicembre è molto lunga e di lì a qualche ora, per la precisione alle 20.00, continuerà in un’altra cornice, quella del Pala Santa Filomena di Chieti Scalo, dove i Magici giocheranno nel tredicesimo ed ultimo turno del girone di andata del Campionato di C Gold contro Falconara. Renato Castorina, sempre attento ad ogni dettaglio, temendo e non poco l’aria di festa che si respira in questi giorni in casa Magic, ha rivolto ai suoi giocatori l’invito a restare concentrati sulla gara, senza farsi troppo distrarre dalle celebrazioni:

“Il pericolo in questi casi è quello di distrarsi dall’impegno agonistico e di non arrivare mentalmente pronti alla partita. Falconara aveva iniziato il campionato con qualche titubanza, probabilmente generata dalla giovanissima età media del roster. Difficoltà spazzate via con 4 vittorie nelle ultime 5 partite, l'ultima delle quali molto importante, perché ottenuta nel recupero infrasettimanale contro la Bramante Pesaro, Vittoria che ha consentito ai marchigiani di essere a un passo dalle posizioni utili per i play-off. Sarà una partita vera quindi, che dovremo affrontare con la massima attenzione, dando continuità alla buona qualità di gioco da noi espressa in queste ultime tre partite. Dobbiamo assolutamente sfruttare questa occasione casalinga per migliorare ulteriormente la già buonissima nostra classifica.

Abbiamo tutta l'intenzione di chiudere degnamente l’anno e di rendere perfetta quella che sarà una giornata storica e di grande prestigio per la società Magic”. Proprio così, “magic moments" che si spera possano rendere perfetta la giornata del 22 dicembre 2018. E allora, esonerandoci, per una volta, da qualsiasi disamina tecnica degli avversari di turno, chiudiamo con l’augurio di poter cantare a fine giornata come faceva a chiusura di ogni suo concerto il grande Lou Reed: “Oh, it's such a perfect day/ I'm glad I spent it with you/ Oh, such a perfect day/ You just keep me hanging on/ You just keep me hanging on”. C’è bisogno di tradurla?

MAGIC PRESS OFFICE MASSIMO RENELLA

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: