Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Robur Osimo, le prime parole e la carica del neo allenatore Mirko Galli

E' Mirko Galli l'allentore scelto dalla Robur Osimo per prendere il posto di Gabriele Marini. Cresciuto tra le fila dell profilo scelto dalla scoeità per proseguire  al meglio la stagione e per raggiungere gli obbiettivi prefissati ad inizio stagione. E lui si è messo subito al lavoro per preparare la delicata sfida di Sabato sul campo del Bramante Pesaro.

- Ciao Mirko, hai diretto i primi due allenamenti con la Robur. Che squadra hai trovato?
"Ho trovato un gruppo che ha qualche problema fisico, qualche acciacco, tutto però credo recuperabile in settimana. In questi due giorni che ci separano dalla prossima partita proveremo a mettere tutti nelle condizioni di scendere in campo. I ragazzi comunque mi sono sembrati molto decisi e motivati, e questo mi fa essere fiducioso."

- Su quali aspetti lavorerai nell'immediato: fisici oppure mentali?
"Per me è la prima vera esperienza in una squadra senior. Innanzi tutto devo acquistare la credibilità all'interno del gruppo, e poi credo che sia necessario lavorare inizialmente sugli aspetti mentali. Non ripartiamo completamente da zero, però avremo da fare parecchio. Sicuramente lavoreremo duro durante la pausa, per farci trovare ancora più pronti alla ripresa del campionato."

- Hai avuto modo finora di seguire il campionato di Serie C Gold?
"L'ho seguito soprattutto perchè ci giocano diversi ragazzi che ho allenato in passato, per cui seguendo loro indirettamente mi sono interessato al resto. La chiamata di Osimo è stata del tutto inaspettata per me, per cui non ho avuto modo di osservare in maniera approfondita il resto del campionato."

- Sabato vi aspetta la trasferta sul campo del Bramante, una partita molto importante per entrambe le squadre.
"Noi dovremo preoccuparci essenzialmente delle nostre cose indipendentemente da chi ci troveremo di fronte. In questi giorni cureremo principalmente i nostri aspetti. Nel Bramante giocano diversi giocatori che conosco bene come Bertoni, Gnaccarini e Giampaoli, gente che non ha assolutamente bisogno di presentazioni. Sono giocatori che non si discutono e che fanno dei pesaresi una squadra sicuramente molto temibile."

- Pensi che farete qualcosa sul mercato?
"Di queste cose se ne occupa la società. Io penso a lavorare bene con chi ho a disposizione, pesno che la squadra sia molto buona e la determinazione vista nei ragazzi nei primi allenamenti mi fa ben sperare. Poi se la società riterrà opportuno fare qualche operazione di mercato, vedremo al momento opportuno."

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: