Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Magic Basket Chieti sbarca in NBA, batte Falconara e chiude un 2018 da sogno

Partita senza storia, partita da fine anno con in testa il desiderio incipiente di stare in famiglia e di brindare al nuovo anno e negli occhi le immagini suggestive della storica cerimonia, appena celebratasi nella splendida cornice del teatro Marrucino per suggellare l’Uniform Exchange tra la Magic Chieti e gli Orlando Magic. Basta veramente poco ai neroverdi per sbarazzarsi di un volenteroso ma modestissimo Falconara, sceso in campo senza Gurini e con un evidente handicap fisico e qualitativo rispetto ai padroni di casa.

Musci spadroneggia sotto canestro, mettendo a referto 27 punti (10/14 al tiro) e spazzolando 9 rimbalzi in poco più di 24’ di gioco. Povilaitis non gli è da meno, realizzando 20 punti, con 2/4 da tre e un complessivo 7/10 al tiro, e raccogliendo in aggiunta, tanto per gradire, anche la bellezza di 12 rimbalzi. Tutti gli altri ? Al di sotto del loro normale standard ma questa volta non c’è da essere troppo esigenti e va bene così, certi che alla ripresa i teatini torneranno tutti a ruggire.

La gara vede subito avanti i magici che sin dalle prime battute prendono il largo. Così l’interesse degli spettatori è più indirizzato a riconoscere sugli spalti la figura di John Gabriel, Executive Advisor degli Orlando, che a seguire il gioco sul parquet, con i bambini del settore giovanile tutti in fila per chiedere l’autografo all’illustre ospite americano. Il vantaggio dei teatini cresce sino a toccare i 20 punti di differenza, Falconara in apertura di terza frazione ci prova a imbastire una tentativo di rimonta ma senza mai dare la sensazione che possa riuscire a rientrare in scia. Spazio quindi nel finale ai giovani e ai giovanissimi di entrambe le franchigie, mentre il cronometro corre veloce sino al suono della sirena finale.

Il girone di andata è alle spalle, adesso è tempo di staccare un po’ e di godersi le feste, augurando a tutti i tifosi neroverdi un Santo Natale e un anno nuovo pieno zeppo di felicità e di salute. Auguri naturalmente anche ai magici, attendendo magari qualche strenna natalizia sotto l’albero. La letterina è stata spedita e allora confidiamo speranzosi in Babbo Natale o magari … nella cara vecchia Befana. Si vedrà!

MAGIC BASKET CHIETI vs ROBUR FALCONARA 83-65
Punteggi progressivi: 24-16; 44-26; 60-46; 83-65.
Punteggi parziali: 24-16; 20-10; 16-20; 23-19.

MAGIC BASKET CHIETI
: De Gregorio 4, Alba 3, Di Falco 5, D’Amico 1, Mennilli 3, Italiano 12, Povilaitis 20, Razzi, Torlontano, Pelliccione 7, Masciulli 1, Musci 27. All. Castorina.
Tiri totali 28/66 42%; tiri da tre 5/20 25%; tiri liberi 22/32 68%; Rimbalzi 52 (16-36).

ROBUR FALCONARA
: Curzi 11, Giorgini 11, Oprandi 19, Centanni 15, Grilli 3, Carloni, Quondamatteo 3, Burdo, Cesana, Pesce 2, Migliorelli 1.
Tiri totali 24/59 40%; tiri da tre 10/21 36%; tiri liberi 7/18 38%; Rimbalzi 28 (3-25).

MAGIC PRESS OFFICE - MASSIMO RENELLA

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: