Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Si chiude il 2018 della Luciana Mosconi Ancona, un anno fantastico per i bianconeroverdi

Il 2018 che sta per chiudersi non può che essere etichettato come MEMORABILE per la Luciana Mosconi Ancona. La storica promozione in Serie B, al termine di un cammino a dir poco esaltante, e un bilancio decisamente positivo nelle prime 13 giornate dell’attuale campionato, scrivono pagine bellissime di un 2018 dove sono state poggiate anche le basi per un futuro solido e duraturo. Accanto ai risultati sul campo si sono infatti registrati numerosi avvii di collaborazioni con sponsor e partner commerciali. Su tutti, naturalmente, quello della Luciana Mosconi main sponsor della Società bianconeroverde dorica, realtà unite ormai in un saldo legame.

A tutto va aggiunto il ritrovato feeling con il pubblico con le gradinate del Palarossini tornate a popolarsi quasi come ai vecchi tempi. I buoni propositi per il 2019 non mancano di certo. In primis il rendimento della squadra che dovrà cercare di conquistare sul campo gli obbiettivi prefissati a inizio stagione. Parallelamente la Società cercherà di irrobustirsi sia a livello organizzativo che sotto l’aspetto delle risorse per poter affrontare il domani con sempre più rinnovato entusiasmo, stimoli ed energie.

I numeri del 2018 parlano di una Luciana Mosconi scesa in campo 34 volte in partite ufficiali, ripartite tra il girone di andata della C Silver 17/18 e il ritorno dell’attuale Serie B, e capace di conquistare ben 26 vittorie. Tra le partite da mettere nell’album dei ricordi del 2018 che se ne va, ci sono i successi contro la Vigor Matelica al Palarossini del 25 febbraio con tanta gente al Palarossini per quello che in pratica sancì il primo posto della squadra di Marsigliani in regular season. Tutti i playoff sono sicuramente da tenere ben in mente.

La serie di semifinale ha tolto la polvere dalla storia del derby Ancona-Osimo. La Luciana Mosconi vinse 2-0. 89-80 in gara-1 e 88-75 nel match del PalaBellini dello scorso 25 aprile dove il sano campanilismo tra le due piazze non ha mancato a riaccendersi. La finale playoff contro il Bramante è stata semplicemente vibrante ed intensa, culminata con la vittoria dei dorici del 17 maggio in una Baia Flaminia piena come un uovo e arrivata solo dopo che l’ultimo tiro dei bravi pesaresi è andato a cozzare sul ferro lanciando così capitan Giachi e compagni al Concentramento Nazionale per la Serie B.

Tra la Luciana Mosconi e la Serie B c’erano gli ostacoli portati dall’Eagles Palermo e Ferrini Quartu, il tutto da giocare al PalaPonteGrande di Ferentino. Un concentramento in verità tanto atteso ma che poi sul campo ha dimostrato ancora una volta la netta superiorità degli uomini di Marsigliani. 83-68 contro i palermitani nel primo incontro del 1°giugno e il netto 118-66 contro i sardi dello storico 3 giugno, data che sancì ufficialmente l’approdo della Luciana Mosconi Ancona in Serie B.

L’estate ha portato la formazione della squadra attuale. Gli innesti di Simone Centanni, Casagrande e Polonara sul nucleo che aveva conquistato il salto di categoria che nel frattempo ha dovuto salutare sia Ruini che Valentas Tarolis, tra i protagonisti indiscussi della cavalcata in B. Nell’album dei ricordi del 2018 vanno messe anche alcune belle vittorie di questo girone di andata che sta per chiudersi. La prima volta non si scorda mai e allora il successo su Teramo alla prima giornata (74-72 al Palarossini il 7 ottobre) va di diritto nel cassetto delle cose belle. Così come deve trovare il successo di Chieti arrivato solo 7 giorni dopo e quello a fil di sirena nel derby del 31 ottobre contro Senigallia.

Ufficio Stampa Il Campetto Ancona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: