Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Poderosa Montegranaro vince in scioltezza contro l'Andrea Costa Imola

Partita fin troppo facile quella con cui la Poderosa chiude un ottimo 2018. Altri due punti in cassaforte per la squadra veregrense, che ha un occhio alla classifica e uno alla sempre più vicina Coppa Italia. BJ Raymond e Tim Bowers sotto la luce dei riflettori: l’americano da tempo in Italia viaggiava a 18.9 punti di media e 6.2 rimbalzi; l’altro, ex Aurora Jesi, non è da meno con 13.5 punti e 4.4 rimbalzi e 4.2 assist.

Per casa ci sono Simmons, Palermo, Negri, Corbett e Amoroso, ma dopo qualche minuto Coach Pancotto ci ripensa e chiama cambio per Testa. Sembrava essere scesa concentrata e determinata la squadra di Imola che nei primi dieci minuti ha messo a segno 22 punti contro i 20 dei casalinghi, che pur conducendo bene il gioco segnano appena 7 volte su 22 tiri. Ottimo Treier a rimbalzo, ma serve qualcuno che prenda la squadra e le faccia ritrovare la luce. Ci mettono una pezza l’estone e Corbett da tre (29/26). Approfittando delle bucce di banana su cui scivolano gli avversari, la Poderosa chiude in positivo il secondo quarto, senza sprecare palloni e trovando la strada del canestro; nel frattempo l’Andrea Costa va in seria difficoltà, quindi Corbett e Palermo riescono a chiudere in positivo il secondo quarto. 

Si va all’intervallo lungo sul 46/30 con show time di Simmons su assist del capitano, con un micidiale parziale di 26/8, in cui il miglior realizzatore è Raymond con 9 punti. Corbett ancora da tre va presto in doppia cifra e la XL Extralight trova un ampio vantaggio di +20 (54/34). E se il terzo quarto termina sul 64/45, gli ultimi dieci giri di lancette sono solo una formalità: Imola fatica a penetrare, mentre Coach Pancotto assicura un’ampia rotazione pur di evitare di arrivare spompati. Timeout sul 68/54: Di Paolantonio le prova tutte ma poi tira i remi in barca, facendo entrare le riserve. Fra le sue fila l’americano classe 1987 si conferma miglior realizzatore, mentre si ferma a 11 punti il trio Bowers, Fultz e Simioni.

Infierisce fino all’ultimo la Poderosa, con Petrovic e il tandem americano che non lascia scampo a Imola. Il match termina 82/69. E si farà attendere la Poderosa prima di tornare a giocare in casa: dopo l’Epifania a Cagliari e il derby jesino, il primo appuntamento del 2019 al Palasavelli sarà domenica 20 gennaio, contro OraSì Ravenna.

XL Extralight Montegranaro - Le Naturelle Imola Basket 82-69 (20-22, 26-8, 18-15, 18-24)

XL Extralight Montegranaro
: Jeremy Simmons 17 (7/14, 0/0), Lamarshall Corbett 15 (1/4, 4/6), Danilo Petrovic 12 (6/8, 0/0), Filippo Testa 11 (3/4, 1/4), Valerio Amoroso 8 (1/1, 2/9), Matteo Palermo 7 (0/0, 2/4), Martino Mastellari 6 (0/0, 2/5), Kaspar Treier 5 (1/1, 1/2), Matteo Negri 1 (0/3, 0/2), Andrea Traini 0 (0/1, 0/1)
Tiri liberi: 8 / 11 - Rimbalzi: 39 13 + 26 (Jeremy Simmons 13) - Assist: 23 (Valerio Amoroso 6)

Le Naturelle Imola Basket
: B.j. Raymond 21 (6/14, 1/5), Robert Fultz 11 (2/5, 2/4), Timothy jermaine Bowers 11 (3/6, 1/3), Alessandro Simioni 11 (3/4, 1/2), Marco Montanari 7 (0/1, 2/3), Emanuele Rossi 4 (0/3, 1/1), Mattia Magrini 2 (0/1, 0/4), Saliou Ndaw 2 (0/0, 0/0), Nicola Calabrese 0 (0/0, 0/0), Thomas Wiltshire 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 22 - Rimbalzi: 30 7 + 23 (B.j. Raymond 10) - Assist: 13 (Robert Fultz 5)

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: