Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Teramo Basket si aggiudica il derby contro il Campli Basket

Serviva una risposta dopo una settimana travagliata, a seguito delle tante polemiche del post derby contro Chieti, e l’Adriatica Press Teramo questa risposta l’ha data nel migliore dei modi espugnando il Pala Borgognoni di Campli 64-76.
Partita facile direte voi, neanche per sogno perché i cugini farnesi, probabilmente, hanno fatto la loro migliore prestazione stagionale, trovando logiche motivazioni nel non sfigurare davanti al proprio pubblico e nel difendere i propri colori in un derby storico della pallacanestro abruzzese e nazionale.

Proprio per questo motivo la vittoria del Teramo vale doppio, perché era una sfida ricca d’insidie e molto difficile soprattutto dal punto di vista psicologico. I biancorossi – guidati per l’occasione in panchina da Stefano Di Francesco, a causa di un infortunio subito da Domizioli proprio all’inizio dell’incontro per un contrasto involontario con Lagioia su azione – hanno fatto una partita da squadra matura, capace di controllare il ritmo e tenerlo basso, sfruttando chili e centimetri oltre che la maggiore esperienza a proprio favore.

Il Campli ha provato in tutti i modi a restare in partita, impostando il match su un basket giovanile e, in certe situazioni, anche anarchico cercando di metterla sul piano fisico e nervoso fin dai primi minuti. L’Adriatica Press ha avuto il sangue freddo di non perdere la testa in vari episodi (tanti i tecnici fischiati e due camplesi espulsi) conducendo dal primo all’ultimo minuto e contenendo tutti i tentativi di rimonta dei padroni di casa.

Una vittoria quindi che ridà fiducia, morale e cosa ancora più importante due punti per la classifica, vero e proprio ossigeno tenendo conto delle sconfitte di Porto Sant’Elpidio e Catanzaro. Adesso ci si godrà nel migliore dei modi l’ultimo dell’anno in casa Adriatica Press in vista del prossimo match contro Fabriano, con luogo di gioco ancora da definirsi. Il campionato riparte da questa grande ed importantissima vittoria, forza Teramo.

GLOBO CAMPLI – ADRIATICA PRESS TERAMO 64-76
(13-17, 17-22, 20-20, 14-17)

Globo Campli
: Alleva ne, Faragalli 5, Pekovic 2, De Sanctis 1, Scortica 2, Milosevic 25, Thiam 8, Vona 9, Acciaio ne, Miglio 7, Dakraoui, Raicevic 5. Coach: Tiziano Tarquini

Adriatica Press Teramo
: Aromando 19, Rossi ne, Costa 2, Kekovic 12, Fabi 16, Marsili 11, Massotti ne, Lagioia 9, Pavicevic 7, Mazzagatti ne, Manente ne, Di Diomede ne. Coach: Massimiliano Domizioli

Ufficio Stampa Teramo Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: