Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Pallacanestro Reggiana, coach Cagnardi ''Dovremo contenere le qualità offensive di Pesaro''

Domani la Grissin Bon torna al PalaBigi per la sfida contro la Vuelle Pesaro, in programma per le 20.45. Queste le parole di coach Devis Cagnardi in presentazione del match.

“Abbiamo svolto una settimana di intenso lavoro – ha esordito il tecnico – sappiamo che, nonostante le sensazioni positive post Venezia, c’è tanto da fare nel nostro percorso di crescita. Abbiamo la consapevolezza che, nonostante l’intensità e l’applicazione negli allenamenti sia stata buona, dobbiamo aspettare la verifica della domenica per dimostrare i nostri progressi. Sul discorso individuale, abbiamo avuto un piccolo problema con Llompart, che ha riportato un risentimento muscolare al polpaccio.

Gli esami non hanno evidenziato lesioni, però lo abbiamo gestito con un percorso differenziato negli ultimi due giorni e, seppur sarà della partita, andrà valutato anche in base a quelle che saranno le sue sensazioni nel pre-gara. Sull’importanza della partita, la verità è che ogni match è fondamentale, siamo in una situazione in cui dobbiamo pensare solo a noi stessi, mettere in campo la nostra versione migliore e consolidare lo sforzo quotidiano con prestazioni all’altezza”.

Su Pesaro, queste le parole di Cagnardi: “E’ una squadra che fa del quintetto base la propria forza: cinque stranieri molto validi, tra cui i primi due marcatori della lega, Blackmon e McCree, ed il miglior rimbalzista, cioè Mockevicius. Fanno del ritmo e della velocità nel gioco in transizione le loro doti principali, oltre che una grande abilità nell’uno contro uno sfruttando il talento dei singoli. Dovremo contenere le loro qualità offensive, non opponendoci individualmente, ma con l’applicazione di tutta la squadra”.

Ufficio Stampa Pallacanestro Reggiana

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: