Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serata storta per lo Janus Fabriano sul campo del Teramo Basket

E’ con una serata storta che parte il 2019 della Ristopro Fabriano. La compagine di coach Fantozzi cade tra le mura neutre di Chieti contro l’Adriatica Press Teramo e chiude con una sconfitta un sontuoso girone d’andata. Finisce 59-49, Fabriano ora divide il terzo posto con Bisceglie, vincente contro Pescara.

Una serata da 19/65 dal campo, con gli anelli del Pala Colle Dell’Ara che hanno continuamente litigato con i biancoblù. La Ristopro ha pagato un passaggio negativo nel terzo periodo in cui ha subito un parziale di 15-3 negli ultimi sette minuti. Eppure Fabriano ad inizio terzo quarto sembrava aver messo la freccia con due triple di Emiliano Paparella e Filiberto Dri. Così non è stato, alla fine a festeggiare è Teramo.

Nel primo periodo si segna con il contagocce, dopo tre giri di lancette sono sufficienti due canestri di Gatti e Cimarelli (deve soltanto scartare un cioccolatino di Jimmy Gatti) a tenere avanti la Ristopro 0-4. Aromando e Fabi rispondono, dopo sei minuti è addirittura 5-4 e sono gli errori al tiro ad avere la meglio. Anelli chiusi e squadre a contatto, 9-11 al primo mini riposo. Ad approcciare nel modo migliore è sempre Fabriano, Nicolò Gatti spara dal perimetro ed in un amen le squadre si rispondono colpo su colpo.

Valerio Marsili (ex di turno) è un cliente scomodo per Ivan Morgillo, che inizia a lottare con la sua situazione falli. Forze fresche ed energie con Max Bordi dalla panca, con coach Fantozzi che pesca il jolly (il 32 si costruisce un importante 2+1). Non è finita, il primo strappo biancoblù lo costruiscono Fil Dri dall’angolo destro ed Ivan Morgillo con una tripla dalla punta, massimo vantaggio 19-26. Coach Domizioli si rifugia nel minuto di sospensione e prima dell’intervallo lungo i suoi rimangono a contatto, 24-29. Thè caldo grazie!

Altro strappo, e come detto, appare quello buono. Emiliano Paparella (serata stortissima al tiro per la combo guard cartaia che registra un 3/17 dal campo) piazza la tripla, il capitano lo segue a ruota. Fabriano tocca il +8. Teramo alza l’intensità difensiva e la compagine di coach Fantozzi perde per strada la bussola. L’atteggiamento degli ospiti cambia, è remissivo. Gli attacchi si spengono con dei tiri forzati dall’arco al limite dei 24”, non è la Ristopro vista sino ad ora. Teramo approfitta della secca fabrianese e con una tripla di Kekovic è avanti.

Due liberi di Fabi chiudono il periodo, 42-38. Fabriano non riuscirà più a ricucire il gap, con ansia getta alle ortiche troppi possessi offensivi e non trova la via del canestro. Fabi prende per mano i suoi, serve un canestro e fallo di Jimmy Gatti per rialzare la Janus e rigettarla in partita. E’ l’unica fiammata di una squadra che viene nel finale tenuta a bada da Marsili e Aromando, lesti ed abili ad approfittare di più di una svista difensiva della compagine biancoblù. Finisce 59-49. Pochi, pochissimi i 49 punti mandati a segno alla fine.

Non è partito come volevamo questo 2019, ma l’occasione per il riscatto è presto servita. Domenica 13 si viaggia alla volta di Giulianova, ci attende l’Etomilu per uno scontro importante in chiave playoff.

Adriatica Press Teramo - Ristopro Fabriano 59-49 (9-11, 15-18, 18-9, 17-11)

Adriatica Press Teramo: Simone Aromando 16 (7/11, 0/1), Matteo Fabi 10 (2/8, 1/5), Valerio Marsili 10 (5/8, 0/0), Lazar Kekovic 8 (1/2, 2/3), Valerio Costa 6 (1/3, 1/2), Andrea Lagioia 5 (1/3, 1/6), Filip Pavicevic 4 (2/4, 0/0), Simone Di diomede 0 (0/0, 0/0), Alessio Manente 0 (0/0, 0/0), Nazzareno Massotti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 13 - Rimbalzi: 41 7 + 34 (Simone Aromando 16) - Assist: 12 (Valerio Costa 3)

Ristopro Fabriano: Filiberto Dri 12 (0/7, 4/5), Ivan Morgillo 12 (3/8, 1/3), Nicolò Gatti 10 (3/5, 1/8), Emiliano Paparella 7 (2/9, 1/8), Iba koite Thiam 4 (2/3, 0/0), Devid Cimarelli 2 (1/2, 0/3), Massimiliano Bordi 2 (1/2, 0/0), Lorenzo Monacelli 0 (0/1, 0/1), Bruno Ondo mengue 0 (0/0, 0/0), Elias Donati 0 (0/0, 0/0), Niccolo Mencherini 0 (0/0, 0/0), Francesco Francavilla 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 4 / 9 - Rimbalzi: 33 10 + 23 (Ivan Morgillo 9) - Assist: 15 (Nicolò Gatti 6)

Lorenzo Ciappelloni – Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: