Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Orvieto Basket sconfitto di misura nella semifinale di Coppa Umbria

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/06-01-2019/orvieto-basket-sconfitto-misura-semifinale-coppa-umbria-600.jpg

Social

Sconfitta negli ultimi istanti di partita per la Vetrya Orvieto Basket, che è stata battuta per 75-74 dal Basket Todi nella semifinale di Coppa Umbra, al termine di una gara ricca di emozioni. I ragazzi di coach Brandoni hanno offerto un’ottima prestazione, che li ha visti guidare per ampi tratti di gara, e hanno ceduto solo sul finale, quando una provvidenziale bomba di Rombi ha dato a Todi il vantaggio decisivo.

L’avvio è stato di marca rupestre: i biancorossi sono stati bravi a sfruttare la fisicità di Brunelli per andare al ferro e hanno potuto fare conto su un Marcante apparso fin da subito in forma smagliante. Nella propria metà campo Orvieto ha chiuso l’area contro le penetrazioni dei padroni di casa ed è riuscita a non concedere tiri facili alle pericolose bocche da fuoco tuderti, su tutte il grande ex Agliani. In questo modo i biancorossi hanno chiuso i primi dieci minuti avanti nel punteggio, sul 17-23.

Orvieto ha cominciato bene anche la seconda frazione con i canestri di Radicchi e Brunelli. I biancorossi hanno trovato sempre buone soluzioni, che hanno coinvolto tutti i giocatori in campo, guidati da un Marcante all around che ha segnato e ha fatto segnare. Per Todi è salito in cattedra Varriale, che ha messo in seria difficoltà la difesa orvietana con il suo fisico e la sua tecnica, ma Orvieto ha sempre risposto colpo su colpo e con una grande tripla di Pigozzi dal palleggio ha toccato anche la doppia cifra di vantaggio. Nella seconda parte del quarto è però arrivata la reazione dei padroni di casa, che con Agliani, Buondonno e Frosinini ha accorciato le distanze fino al solo punto che ha separato le due squadre al suono della seconda sirena.

Al rientro in campo Todi non ha perso l’inerzia acquistata e con Rombi ha operato il sorpasso, coinciso con una nuova aggressività difensiva. Orvieto si è trovata in difficoltà e ha perso un po’ di precisione in attacco, ma è riuscita a mantenere comunque la barra dritta con i canestri di Pigozzi e Marcante. La partita ha iniziato così ad accendersi, con continui sorpassi e controsorpassi che hanno reso l’incontro avvincente. Alla terza sirena i padroni di casa sono riusciti a chiudere avanti, anche se solo di un punto.

All’inizio dell’ultimo quarto Todi ha provato a mettere a segno un break per indirizzare la partita e con tre liberi di Agliani ha guadagnato due possessi pieni di vantaggio. Orvieto non ha però mollato la presa e con Bonifazi è riuscito a rimanere a contatto, prima di operare un altro sorpasso con un’altra incredibile bomba di Pigozzi e con un altro canestro dell’inossidabile Marcante, top scorer alla fine della partita. In questo momento Todi si è aggrappata a Varriale, che ha sempre ripreso ogni tentativo di fuga dei biancorossi con i suoi canestri.

Nell’ultimo minuto di gioco il risultato era ancora in bilico: Bonifazi, in precedenza autore di una grande tripla senza ritmo, ha segnato l’arresto e tiro del sorpasso. Quando il risultato sembrava ormai propendere per Orvieto Todi è riuscita a piazzare la zampata decisiva e con un Rombi fin lì in chiaroscuro ha messo a segno una clamorosa tripla forzata che le ha dato il vantaggio decisivo. Nell’ultimo possesso i biancorossi non sono riusciti a mettere a segno l’ultimo sorpasso e hanno così lasciato ai padroni di casa l’accesso alla finale del giorno dopo contro la Virtus Assisi.

Nonostante la sconfitta per coach Brandoni si sommano probabilmente più note positive che negative, con una squadra che pur priva di giocatori importanti come Esnaola e Egbunike, oltre agli infortunati Olivieri e Abet, ha lottato alla pari per quaranta minuti contro un Basket Todi di assoluto valore. Ora bisognerà tornare in palestra per lavorare ancora su quanto di buono e di meno buono è stato fatto e per compiere un passettino in più nel percorso della stagione, a partire dalla partita della prossima settimana in casa della Titano Basket San Marino.

Almasa CBL Electronics Basket Todi – Vetrya Orvieto Basket 75-74
(17-21, 20-17, 21-19, 17-17)

Todi: Rombi 13, Simoni 1, Benedetti ne, Agliani 13, Buondonno 5, Varriale 22, Tascini ne, Cardoni 9, Pagliari ne, Frosinini 7, Chinea 5. Allenatore: Olivieri

Orvieto: Ceccariglia ne, Russo, Radicchi 6, Bambini ne, Brunelli 11, Kirillov 2, Bonifazi 13, Pigozzi 16, Mocetti, Trinchitelli ne, Marcante 24, Prosperini 2. Allenatore: Brandoni

Ufficio Stampa Orvieto Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: