Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Convincente vittoria esterne per l'Isernia Basket nel recupero della prima di ritorno

Dopo la brutta sconfitta contro Perugia c’era bisogno di riscatto. Isernia non poteva rimanere in fondo alla classifica: non lo meritava per il suo talento, né per il suo impegno. Dopo la bella “lavata di testa” che la società ha fatto ai giocatori per spronarli, è arrivata la risposta dei ragazzi di Barbuto: vittoria sul parquet del Bramante Pesaro nel recupero della prima giornata di campionato (74-86 il punteggio finale). Il Globo non vinceva fuori casa dalla stagione 2016/2017 (Serie B): l’ultimo successo lontano dal Palafraraccio risale infatti all’11.11.2016, quando la squadra di coach Nino Sanfilippo si impose sul parquet di Monteroni 77-64.

Questa vittoria fa respirare un po’ l’Isernia, che può affrontare il match casalingo di domenica 13 gennaio contro la corazzata Matelica con maggiore tranquillità e può ancora rimettere in piedi una stagione che può regalare parecchie soddisfazioni. I molisani sono partiti subito benissimo con un parziale di 13-0 firmato Cupito (19 punti e 5 rimbalzi) e Porfidia (9 punti). I pesaresi, però, sono stati bravi a rientrare in partita, a chiudere il primo quarto in vantaggio 23-15 per poi schiacciare il piede sull’acceleratore fino al +13 che ha fatto vedere agli isernini i fantasmi di Perugia.

Ma Il Globo non poteva fallire ed ha iniziato la risaluta con un super Cupito, un instancabile Scozzaro (13 punti, 40 minuti in campo!) e con i soliti Torreborre (18 punti con il 75% da 2, il 66% da tre, 4 rimbalzi e 4 assist!) e Adins (quest’utlimo, non al top della forma per un problema al ginocchio, ha chiuso comunque la gara con 13 punti e 13 rimbalzi…!). Da segnalare anche l’ottima prova del soldato Hussin (12 punti, 5 rimbalzi e la consueta grinta in difesa).

Nell’ultima frazione Il Globo ha dominato, facendo finalmente vedere il proprio talento: Pesaro non ha potuto far altro che arrendersi. Ora nemmeno due giorni di riposo e si torna a giocare: domenica arriva al Palasport di Isernia il Basket Matelica, che ha 16 punti e occupa il sesto posto in classifica. La stanchezza potrebbe creare qualche problema ai ragazzi di Barbuto, ma la gioia per una bella vittoria fuori casa e il sostegno del pubblico amico potrebbero portare altri sorrisi ad una squadra che ne ha bisogno. E come, se ne ha bisogno...

Marco Colavitti

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: