Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Unibasket Lanciano esce alla distanza ed alla fine piega il Bramante Pesaro

Prima vittoria interna del girone di ritorno per l’Unibasket Lanciano che supera sul parquet del Palazzetto dello Sport , la Bramante Pesaro con il risultato di 75 a 66. Non è stato facile per i ragazzi di Corà venire a capo della compagine pesarese in vantaggio anche di dieci punti ed in grado di comandare il gioco durante il primo tempo. Decisiva è stata la grinta e la voglia di vincere dei Frentani che nel terzo quarto hanno prima recuperato e poi piazzato l’allungo decisivo grazie ad una grande prestazione di squadra e ai canestri di Matteo Mordini e Dusan Ranitovic, migliori marcatori con 16 punti a referto.

Nell’ultima frazione di gioco l’Unibasket ha poi amministrato al meglio il vantaggio, portando a proprio favore l’inerzia della gara. La Bramante complice anche il grande sforzo profuso non è riuscita più a riaprire i giochi nonostante i 21 punti di Alessandro Bonci. Arriva così la dodicesima vittoria in campionato importante per la classifica (il successo di oggi vale infatti il momentaneo aggancio alla Val di Ceppo) ma soprattutto perché da continuità alla vittoria esterna di sabato scorso contro il Pisaurum.

Questa la cronaca della gara
:

Claudio Corà sceglie il quintetto base formato da D’Eustachio, Agostinone, Martelli, Ranitovic e Cukinas mentre i pesaresi optano per Gnaccarini (diversi i trascorsi in terra abruzzese per lui (Pescara, Ortona e Giulianova su tutte), Centis, Tognacci, Bonci e Gamberini. Partono subito bene gli ospiti che grazie ai canestri di Tognacci e Bonci piazzano il primo break (0-4). Cukinas e Ranitovic rispondono prontamente e dopo un botta e risposta tra le due squadre è Gamberini a segnare il canestro con cui la Bramante allunga il proprio vantaggio (10-15). Non basta al Lanciano il canestro di Adonide: sono infatti ancora i marchigiani a trovare la via del canestro con Bonci e Tognacci che siglano il 12-22 pesarese.

Capitan Martelli e il neo entrato Masciopinto fissano il primo parziale sul risultato di 15 a 23. Ad inizio di secondo quarto la musica non cambia, Capuani non è preciso e così è ancora Gamberini, con quattro punti di fila a trovare punti preziosi per il Pesaro. Ranitovic prova a caricarsi la squadra sulle spalle trovando i punti che riportano il Lanciano a - 4 (25-29) ma prima Gnaccarini e poi la schiacciata sul ferro di Bonci fiaccano il buon momento del lungo serbo. E’ ancora l’inedita coppia formata da Capuani (molto positiva la sua prova di oggi) a tenere l’Unibasket in gara: proprio da un bell’assist del giovane regista, bravo a recuperare dalla propria area un pallone sporco che Dusan può appoggiare liberamente il canestro.

Il terzo periodo vede inizialmente equivalersi le due squadre ma è un Lanciano diverso quello che fa il proprio rientro sul parquet. I Frentani alzano il livello del proprio gioco con una fase difensiva attenta ed asfissiante: Povilas Cukinas ben assistito da Mordini riporta i padroni di casa a due sole lunghezze dalla Bramante quando mancano cinque minuti e mezzo dalla fine del quarto, ed è in questo preciso momento che Matteo Mordini decide di lasciare un segno importante sulla gara, trovando con grande facilità tre autentiche “bombe” con cui la truppa di Corà passa, perentoriamente a condurre la partita: il tabellone luminoso segna ora 50 a 44 per l’Unibasket.

Il Lanciano capisce che è arrivato il momento di chiudere i conti: Adonide, Ranitovic e ancora Mordini mettono a “ferro e fuoco” la difesa bramantina fissando il parziale del penultimo quarto sul 56 a 46. L’inerzia del gioco non cambia più ed anche nel quarto finale sono sempre gli uomini del presidente Valentinetti a gestire i ritmi della gara. Cukinas è preciso dalla lunetta e Capuani mette a referto la tripla che vale il 59 a 49. La gara è sotto il controllo del Lanciano che trova ancora la via del canestro grazie a D’Eustachio e a capitan Martelli che fissa il risultato definitivo sul 75 a 66.

Arrivano così due punti preziosi per l’Unibasket che permettono al coach Corà e ai suoi ragazzi di guardare con grande ottimismo al prossimo turno di campionato, quando i Frentani saranno impegnati in quel di Falconara. L’obiettivo, neanche a dirlo, resta quello di fare propria l’intera posta in palio e la squadra vista negli ultimi due quarti ha tutte le carte in regola per riuscire nella “missione”. Forza Lanciano!

Unibasket Lanciano - Bramante Pesaro 75-66

Unibasket Lanciano
: Agostinone 2, D'Esutacchio 7, Cukinas 12, Martelli 8, Ranitovic 16, Masciopinto 3, Di Giovanni NE, Adonide 6, Mordini 16, Capuani 5, Cancelli NE. All. Claudio Corà

Bramante Basket Pesaro
: Gnaccarini 12, Tognacci 13, Gamberini 10, Bonci 21, Centis, Galdelli 2, Giampaoli NE, Gennari , Bertoni 8, Del Prete . All Massimiliano Nicolini

Parziali
: 15-23, 19-16, 22-7, 19-20.
Progressivi: 15-23, 34-39, 56-46, 75-66.

Simone Cortese - Ufficio Stampa Unibasket Lanciano 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: