Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Poderosa Montegranaro non si ferma più, contro Ravenna arriva la sesta vittoria consecutiva

E sono sei. Continua la marcia della XL EXTRALIGHT®, che nella prima casalinga del 2019 piega alla distanza una OraSì Ravenna che nel primo tempo aveva messo i brividi ai gialloblu. Aggressività e cambi di difesa hanno disorientato per un quarto e mezzo una Poderosa che ha dovuto sopperire pure all’assenza dell’acciaccato Negri. Pian piano, però, i gialloblu sono usciti dal guscio, lavorando egregiamente ai fianchi dello spauracchio Smith (20 punti ma 5/17 dal campo) e nel finale hanno saputo trovare le zampate decisive con Corbett (festeggiatissimo per aver tagliato il traguardo dei 1000 punti con la canotta della Poderosa) e Palermo.

L’avvio di gara è tutto di marca ravennate, con i giallorossi decisi sin da subito a vendicare la brutta debacle del match di andata. Due triple di Masciadri lanciano il primo parzialone ospite (5-16 al 7’ con un libero di Gandini). La prima fiammata di Corbett accende l’attacco veregrense, ma Ravenna sembra poter tenere le redini del match anche nel secondo periodo. Ma il vento cambia poco prima dell’intervallo lungo: Simmons e Amoroso prendono le misure ai lunghi giallorossi e proprio una schiacciata del pivot americano chiude il 10-0 che ribalta l’inerzia del match nei pressi della metà di gara (37-32 al 19’).

La OraSì, però, rientra dagli spogliatoi con lo spirito di inizio partita e con un Hairston incisivo anche al tiro dalla media si rimettono pienamente in carreggiata. La Poderosa riaccelera di nuovo sulle ali di Corbett (53-46 al 27’), ma Ravenna non si scompone e si aggrappa alle invenzioni dei suoi Usa per rimettere di nuovo il naso avanti nel cuore del quarto periodo (55-58 a 7’ dalla sirena con canestro del lungo ex Latina). Mastellari infila una tripla di capitale importanza per impattare a quota 58 e si entra negli ultimi cinque minuti con tutto ancora da decidere.

Ma la Poderosa ha deciso di mostrarsi al suo meglio: la difesa gialloblu toglie ossigeno a Laganà e Smith, Corbett supera quota 1000 punti in maglia Poderosa con la tripla del nuovo +7 (67-60 a 3’ dalla fine) e al PalaSavelli finisce in tripudio: la XL EXTRALIGHT® vince, scaraventa a -10 e con il 2-0 nello scontro diretto un’avversaria nella corsa playoff come la OraSì e resta al secondo posto al fianco di Treviso. E domenica prossima si torna a Porto San Giorgio per un altro scontro diretto da non fallire: quello contro la Gsa Udine.

Queste le parole di coach Cesare Pancotto in sala stampa: «Complimenti alla squadra che ha saputo interpretare nel modo migliore il momento che stiamo vivendo. Ogni giocatore ha fatto dei sacrifici e ha capito quando doveva farli: penso alla staffetta su Smith tra Corbett, Testa e Traini, ad esempio. Abbiamo saputo recuperare vantaggi importanti e farne anche noi. Poi nei cinque minuti finali abbiamo davvero giocato alla grande, esprimendo la nostra forza sia a livello offensivo che difensivo.

Dobbiamo crescere nella qualità degli allenamenti, perché stasera ci è mancata continuità. Siamo stati più un elastico che una corda tesa e questo è figlio del fatto che non riusciamo ad allenarci. E per questo faccio ancora di più i complimenti ai giocatori. Questa squadra ha grande personalità, grande carattere e credo meriti gli applausi di questo pubblico che ci segue sempre più numeroso e che siamo onorati di rappresentare».

Queste le parole di La’Marshall Corbett in sala stampa: «Un grande onore per me i 1000 punti con la maglia della Poderosa. Per la prima volta in otto anni di carriera sono rimasto per due anni di fila nella stessa squadra e questo mi ha dato la possibilità di raggiungere questo traguardo».

Queste le parole di Martino Mastellari nella conferenza stampa post-gara: «Ravenna ha dimostrato di non essere la squadra che avevamo visto all’andata. Hanno tanto talento e diversi punti di riferimento. È stata una guerra ma siamo stati bravi a stare più attenti nel finale, nel quale siamo stati più concreti e siamo riusciti ad andare dove volevamo. In difesa abbiamo trovato le nostre sicurezze e su quelle abbiamo costruito quel vantaggio che si è rivelato decisivo alla fine».

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-ORASI’ RAVENNA 74-65

MONTEGRANARO
: Treier, Testa 4, Mastellari 7, Simmons 14, Palermo 15, Petrovic, Negri ne, Corbett 19, Amoroso 12, Traini 3. All.: Pancotto.

RAVENNA
: Tartamella ne, Hairston 13, Smith 20, Montano 5, Jurkatamm, Cardillo 4, Masciadri 8, Rubbini ne, Seck ne, Gandini 5, Baldassi ne, Laganà 10. All.: Mazzon.

PARZIALI
: 12-18, 28-17, 15-17, 19-13.

Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: