Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Teate Basket Chieti, Riziero Ponziani ''Vogliamo un PalaElettra pieno di tifosi teatini''

Smaltita la gioia del successo su Campetto Basket Ancona, l’Europa Ovini Chieti oggi torna sul parquet per prepararsi al meglio in vista del derby di domenica 27 con l’Unibasket Amatori Pescara al PalaElettra. Come giusto che sia non sarà una partita come le altre in quanto il derby riserva sempre una magia a sé come abbiamo avuto il piacere di constatare all’andata con un PalaTricalle gremitissimo. In quell’occasione il calore dei nostri tifosi si rivelò decisivo per conquistare la vittoria, come ricorda bene Riziero Ponziani il quale lancia un appello al pubblico teatino affinchè possa accorrere in massa in trasferta e sostenerci in questa sfida unica!

Ponz con Ancona avete giocato la miglior partita stagionale, alternando al meglio una difesa a tratti granitica con un attacco favoloso (53% da due e 60% da tre). Ancona non ha potuto nulla. Sei soddisfatto?

“Come dici, con Ancona abbiamo giocato sicuramente la nostra miglior partita su tutti e due i fronti, specie in attacco dove abbiamo trovato con regolarità la via del canestro. In difesa invece stiamo diventando sempre più costanti man mano che andiamo avanti nel campionato. Credo che questi risultati siano frutto del fatto che siamo diventati molto più squadra, siamo molto più coesi tanto fuori quanto dentro il parquet ed i risultati lo dimostrano. Per cui sono molto soddisfatto, anche perché abbiamo chiuso con cinque ragazzi in doppia cifra in conseguenza di una buonissima circolazione della palla. Dal canto mio potevo fare qualcosina di più però l’importante era vincere e siamo tutti contenti”.

Chieti dimostra grande solidità anche fuori casa vincendo la terza consecutiva lontano dal PalaTricalle. Come dicevi, si sta trovando sempre di più l'equilibrio di squadra?

“Oltre al fatto di essere più equilibrati, credo che, come ho detto prima, siamo proprio cresciuti come squadra, siamo molto più affiatati tra di noi e lo si vede, ad esempio, dalla difesa granitica con cui abbiamo tenuto a bada Ancona o, la scorsa settimana, anche Corato. Poi l’innesto in settimana di Franco Migliori ci ha dato quel quid in più a livello di qualità ed esperienza che si è visto sul parquet”.

Appunto Migliori sembra essersi presentato al meglio, mostrando tutta la sua classe e dando un prezioso contributo alla squadra. Con lui Chieti diventa lunghissima avendo nove giocatori da ruotare. Dove si può migliorare secondo te, nonostante il sei su sette da quando c'è coach Coen?

“Migliori si è inserito benissimo nei meccanismi e ci sta offrendo anche soluzioni diverse sul piano del gioco. Adesso davvero disponiamo di un roster molto profondo con nove giocatori che possono ruotare benissimo garantendo qualità e quantità in tutti i reparti. Credo che questo possa giocare a nostro vantaggio perché, più ci avviciniamo alla fine della regular season, più si fa sentire la stanchezza ma noi abbiamo quest’asso nella manica attraverso il quale arrivare più freschi rispetto ad altre squadre. Rispondendo alla tua domanda, ti dico che ci si può sempre migliorare e dobbiamo proseguire su questa strada, perfezionando sempre di più la difesa e mantenendo quest’intensità per l’arco di un’intera partita”.

Domenica torna il clima delle grandi occasioni per il derby con Pescara. All'andata hai dominato, lasciando nel cuore dei tifosi un’emozione unica con quell'esultanza mentre ti scuoti il petto. Al PalaElettra che partita sarà?

“Domenica arriva il derby! Tanti dicono che partite del genere valgano come le altre solo due punti ma, in realtà, sappiamo che non sia mai così perché il derby ha un sapore speciale per il pubblico ma anche per noi giocatori. È una gara che viene sentita in modo diverso e speciale a Chieti come ha dimostrato il palazzetto strapieno per la gara d’andata. In quell’occasione ho fatto una buona partita e spero che al PalaElettra riusciremo a riproporre una buona prestazione come nelle ultime gare fuoricasa. Saremo più intensi del solito perché credo che il pubblico teatino ci seguirà in massa a Pescara. A tal proposito voglio fare un appello ai nostri tifosi chiamandoli a raccolta perché abbiamo bisogno di loro. Domenica a Porto Sant’Elpidio sono stati fantastici. Con loro sono sicuro che potremo spuntarla e battere l’Unibasket!”.

Area Comunicazione Teate Basket Chieti – Emanuele Di Nardo

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: