Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Vuelle Pesaro non fa tris, alla VitriFrigo Arena passa un ottima New Basket Brindisi

Saturday night alla Vitrifrigo Arena con lo scontro tra la VL Pesaro e Brindisi. I biancorossi vogliono continuità di risultato; la cura Boniciolli sembra aver dato il giusto equilibrio e la rocambolesca vittoria con Torino e il blitz nel fortino di Pistoia permettono di guardare al futuro con meno patemi; l’avversario però è forse uno dei peggiori al momento: i pugliesi hanno vinto con Milano nell’ultima di campionato (segnando 101 punti) e hanno trovato in Moraschini l’uomo in più italiano, che fa la differenza in un campionato sempre più avaro di italiani (proprio quel Moraschini in odore di poter accassarsi alla Vl in estate….).

Arbitri: Begnis R., Giovannetti G., Calbucci C. (spett: 4160)

QUINTETTI
VL
: Blackmon, McCree, Artis, Zanotti, Mockevicius
BRINDISI: Banks, Brown, Gaffney, Moraschini, Chappell

PARZIALI: 19-31; 41-60 (22-29); 64-72 (23-12); 80-101 (16-29)

VL: Blackmon Jr. 18, McCree 10, Artis 27, Murray Jr. 3, Conti Ne, Giunta Ne, Ancellotti 2, Morgillo Ne, Monaldi 3, Shashkov 0, Zanotti 9, Mockevi?ius 8.

BRINDISI: Banks 16, Brown 13, Rush 9, Gafney 4, Zanelli 0, Orlandino Ne, Moraschini 13, Walker 14, Cazzolato 0, Wojciechowski 15, Chappell 17, Taddeo Ne.

1° Quarto

Subito schiacciata di McCree con Brindisi che risponde con le triple di Banks e di Moraschini. Brown infila dopo 3 minuti la schiacciata del +5; Zanotti sbaglia dalla lunga e Banks allunga ancora per il +7 e Boniciolli chiama subito la sospensione. La Vl rientra in campo con Murray al posto di Zanotti. Si sveglia Artis tra i binacorossi con una bellla penetrazione ma Brindisi continua a segnare in ogni modo mentre la Vl è fortemente deficitiaria, soprattutto per un Blackmon non in partita. Ad aggravare la situazione è costretto ad uscire Mockevicius per un infortunio al ginocchio.

Banks segna la terza tripla di serata, a cui risponde Blackmon con i suoi primi punti di serata. Ma la Happy Casa continua a bombardare dalla lunga con tiri sempre liberi. Mockevicius rientra ma non sembra essere al 100%. I pesaresi continuano a mangiarsi punti su punti con innumerevoli appoggi sbagliati e a lasciare continui tiri facili ai pugliesi. Si chiude il quarto sul 19 a 31 (tripla di Murray sulla sirena) e una Brindisi per ora dominante, soprattutto con Banks e il suo bottino di 16.

2° Quarto

Si inizia con gli errori da sotto della Vl (Mockevicius sembra ancora dolorante), puniti in contropiede puntualmente dai pugliesi. Si iscrive nelle file della Happy Casa del tiro da tre anche Wojchecowski che dà addirittura il +16. Nei pesaresi l’unico che sostiene la squadra per ora è Artis che con sei punti consecutivi fa chiamare la prima sospensione anche a Vitucci.

Rush segna ennesima tripla di serata, Wojciechowski appoggia il quarantaduesimo punto dopo 15 minuti e la Vl ritorna a -16; Rush allunga sul +19 per una Vl che sembra tornata quella con Cremona (che nella circostanza chiuse a 122). Brindisi non sembra volersi fermare (non si fa mancare neanche la tripla da quasi 10 metri) e raggiunge il +24. Si chiude con la Happy Casa a quota 60 e la Vl che insegue di 19 (partita virtualmente finita) e valutazione di 76 a 38 che dice tutto.

3° Quarto

Brindisi è in totale fiducia, Moraschini segna incredibile bomba allo scadere, ma almeno i pesaresi sembrano avere una faccia diversa; piazzano un parzialino di 5 -0 che mette almeno in gioco la Arena, subito silenziata da Chappell. Ma la Vl vuole continuare a crederci; la Happy Casa comincia a non mantenere le percentuali da 3 del primo tempo (impensabile) e i pesaresi riescono a trovare maggiori spazi in attacco. Timeout dopo quattro minuti e Vl a -13. Momento di confusione totale in campo; Brindisi non ha la facilità del primo tempo ma continua a mantenere un vantaggi rassicurante sul +16 e . 

Entra nel match a Monaldi con la tripla e con due gite in lunetta la VL rosicchia di nuovo qualche punto. Artis segna e subisce il fallo e con il libero porta i pesaresi sul -10; il contropiede successivo porta il -8 e si rischia anche il -5 con il tiro da centrocampo di Ancellotti allo scadere. A tabellone del mini-intervallo la Vl ha dimezzato lo svantaggio sul 64-72. 

4° Quarto

Blackmon infila il -6 immediato; la Vl difende con energia; Brindisi sembra altra squadra. McCree avrebbe la palla del -4 o addirittura –3, si intestardisce e scivola. Brindisi torna a segnare con due liberi. McCree sbaglia due liberi e Wojciechowski punisce dall’altra parte e riporta con la tripla il +11 alla Happy Casa; la VL paga oro lo sforzo della rimonta; le due triple di Walker sanno di possibile KO ; Pesaro non trova più la via del canestro e Wojciechowski chiude definitamente le ostilità su un nuovo +16 arrivato . 

Artis è l’unico che continua ad onorare il match che Pesaro ha giocato con intensità per soli dieci minuti, nei quali sembrava poter riaprire un match quasi perso nel primo quarto.Si chiude sul 80 a 101. Brindisi chiude con 5 giocatori in doppia cifra e sfonda cento punti (101 come quelli con Milano) con 18 triple su 36. Tra i pesaresi è mancato l’apporto di un McCree opaco e di un Mockevicius non sembrato in perfetta forma.

Giacomo Bertini
 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: