Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Upr Montemarciano, coach Luconi ''Non possiamo continuare a subire in silenzio situazioni controverse''

Montemarciano - "Non vogliamo nulla in regalo e ci mancherebbe altro che lo pensassimo minimamente ma non intendiamo continuare a subire in silenzio situazioni controversie che incidono molto sull'esito di partite equilibratissime proprio come ci siamo trovati a giocare nelle ultime settimane". E' molto arrabbiato il coach della Egan UPR Montemarciano Basket, David Luconi, per alcune decisioni arbitrali che, a suo avviso, hanno condizionato l'esito delle gare che hanno visto la squadra cedere il passo nei concitati finali.

"Nello specifico mi riferisco a due episodi: - prosegue Luconi - andiamo a Pesaro dove contro il Basket Giovane ci giochiamo il primo posto in classifica e a pochissimo dalla fine, quando siamo avanti di un punto, ci vediamo annullare un canestro su una penetrazione al ferro di un nostro giocatore per... un'infrazione di 3 secondi di un suo compagno che a tutt'oggi facciamo molta fatica a spiegarci e siamo certi di non aver mai visto fischiare.

Ieri, invece, contro l'Acqualagna quando siamo sotto di un punto, ci fischiano fallo su una penetrazione a testa bassa di un loro giocatore che va a schiantarsi contro due dei nostri fermi sotto il canestro; di fatto una situazione di uno contro due che si scontra con le dinamiche del gioco della pallacanestro e del prendere vantaggio. Nelle successive proteste ci è stato fischiato anche tecnico e di fatto, su un'azione nella quale poteva essere fischiato sfondamento o per lo meno si poteva lasciar giocare... abbiamo subito 3 tiri liberi ritrovandoci sotto di 4 punti."

Situazioni controversie che l'allenatore dell'UPR Montemarciano ha deciso di portare all'attenzione. "Noi abbiamo perso perché i nostri avversari sono stati bravi a gestire i finali concitati cosa che non riusciamo a fare; - conclude Luconi - però non intendo continuare ad uscire dal campo pensando che una decisione arbitrale posso aver inciso su una gara giocata punto a punto. La speranza e che le partite vengano decise, nel bene e nel male, sempre e solo dai protagonisti in campo.

Noi abbiamo i nostri difetti e non facciamo che cercare di migliorarci allenandoci duramente e chiedendo ai nostri giocatori sempre il massimo sotto ogni punto di vista ma, allo stesso tempo, pretendiamo che ci sia massima lucidità nel prendere decisioni importanti. E' fondamentale che gli arbitri conoscano le dinamiche del gioco e abbiano una chiara interpretazione dei contatti, delle situazioni vantaggiose e di quelle svantaggiose proprio come ho avuto modo di dire anche al referente degli arbitri presente ieri alla gara."

La Redazione

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: