Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il big match va al Basket Maceratese, la squadra di coach Palmioli conquista il primato

Big match doveva essere e big match è stato, Palavirtus stipato fino all’inverosimile con una grande rappresentanza di tifo ospite, partita equilibrata con diversi capovolgimenti e giocata con intensità quasi selvaggia (moltissime le palle contese e i voli sul parquet per cercare di appropiarsene) e prestazioni individuali di altissimo livello gli ingredienti che hanno portato le due squadre a mettere in scena un incontro che non sarà facile dimenticare in fretta.

Inizio contratto delle due squadre che non trovano la via del canestro più per la tensione che si taglia col coltello che per meriti delle difese, i Fochi sembrano però più reattivi e forzano i biancorossi a diversi palle perse senza però convertirle in attacco tanto che il primo quarto si chiude sull’11-10 casalingo. Cambia tutto nei secondi 10’ , si alza ancora di più l’intensità in campo e gli ospiti arrivano quasi sempre prima sulle palle vaganti ed in questo periodo riescono anche a trovare la via del canestro con maggiore produttività, il primo break importante è cosa fatta ed i Fochi vanno all’intervallo lungo con un significativo vantaggio nel punteggio, 37-29, ma soprattutto nell’inerzia della gara tanto che nei commenti sugli spalti di parte maceratese serpeggia un certo pessimismo.

Coach Palmioli deve avere toccato i tasti giusti nello spogliatoio perché i suoi ragazzi rientrano con una faccia diversa ma i Fochi non si fanno intimorire e quando il giovane Luciani trova due triple consecutive di cui la seconda di tabella dall’angolo sembra proprio che gli dei del basket si siano decisamente schierati contro i maceratesi; capitan Cannas e suoi compagni trovano però ancora energie mentali per lottare e girando ancora due viti in difesa offuscano al via del canestro agli avversari e nonostante le percentuali disastrose dall’arco riescono a rimontare e passare avanti.

Anche gli dei del basket sembrano cambiare idea quando una palle vagante finisce casualmente nelle mani di una smarcato Soricetti che segna comodamente dando il la ad un allungo che potrebbe essere decisivo, ma ancora una volta i Fochi tengono botta affidandosi ad un ispiratissimo Uncini che nel pitturato fa più danni della grandine alla difesa maceratese. I due condottieri biancorossi di serata,Cardinali e Nardi, ribattono però colpo su colpo portando così a casa i due punti e testa solitaria della classifica.

Uncini su tutti tra i ragazzi di coach Luciani mentre in casa ABM vanno sottolineate le prestazioni super di Nardi e Cardinali, tripla doppia sfiorata per lui, e la resilienza di Severini e Soricetti, al rientro e certamente lontani dal 100% di efficienza fisica ma che hanno dato il 101% di quanto potevano dare. Complimenti a tutte le due squadre per lo spettacolo ma soprattutto complimenti al pubblico caloroso e corretto nonostante l’importanza della partita, il vedere così spettatori e così tanti bambini con le famiglie è stato certamente un bellissimo spot per il nostro basket.

Basket Maceratese - Fochi Pollenza 78-73

Macerata
: Tiberi 10, Cannas, Zamponi, Centioni, Cardinali 21, Core, Nardi 23, Pierantozzi ne, Santinelli, Soricetti 13, Severini 11, Tomassini. All. Palmioli

Pollenza
: Vignati L. 10, Taborro 5, Vignati G., Ciferri 8, Luciani C. 6, Mazzoleni R. 7, Scocco 4, Grande 2, Cingolani 8, Uncini 19, Cerescioli 1, Mari 3. All. Luciani N.

Ufficio Stampa Basket Maceratese

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: