Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Colpo grosso per la Vigor Matelica sul campo della capolista

Nel classico appuntamento del sabato alle 18.15, la Vigor, si trova ad affrontare in trasferta la capolista Lanciano, per la quinta giornata di ritorno. Ci si aspettava due squadre pronte a darsi battaglia e così è stato: all’ingresso in campo è una lotta senza esclusione di colpi, da una parte e dall’altra le squadre macinano punti, ma il gap tra le due non è mai troppo grande.

Ranitovic crea scompiglio nella difesa Vigorina, mentre il buon Boffini non è da meno dall’altro lato del campo (entrambi 20 punti a referto). Dopo un primo quarto chiuso con Lanciano avanti di 2, Matelica mette la freccia con due triple a poca distanza l’una dall’altra di Sorci; Cukinas e Ranitovic sono due clienti scomodi, Lanciano si aggrappa a loro per rimanere in partita. È infatti il canestro dell’ex Vigor che porta gli abruzzesi a meno due prima dei due liberi di Boffini che mandano le due squadre negli spogliatoi sul 37-41.

È il solito terzo periodo che risulterà felice per la Vigor: al rientro in campo I biancorossi, in virtù di un ottimo giro palla e buone spaziatura, trovano la retina più e più volte, tanto da gonfiare il vantaggio accumulato fino ad arrivare a +11, salvo poi subire la voglia di rivalsa dei padroni di casa, con un buon Adonide. Da sottolineare nelle fila di Matelica la prova di Sorci e Vissani che portano dalla panchina punti d’oro per la squadra.

La capolista non riesce ad arginare l’offensiva biancorossa e nell’ultimo quarto non da neanche l’impressione di riuscire a rimontare il gap accumulatosi; i nostri ragazzi si rifiutano di mollare un centimetro e vedono la linea del traguardo vicina. Quando il distacco diventa di 14 con poco più di un minuto da giocare, le speranze di Lanciano vanno in fumo.
I ragazzi di coach Ruini tornano nelle Marche con due punti fondamentali e una prestazione diligente, con un occhio al prossimo appuntamento sabato 9 febbraio, finalmente in casa. Riempiamo il PalaCarifac per questi ragazzi, se lo meritano!
FORZA VIGOR.

Ufficio stampa Vigor Halley Matelica
Giacomo Marini

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: