Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Luciana Mosconi Ancona si butta via e perde una grande occasione a Corato

Una sconfitta dura da digerire e difficile da capire. La Luciana Mosconi Ancona rovescia il secchio del latte appena munto in uno scellerato finale e regala due punti d’oro all’Adriatica Industriale Corato che, letteralmente alle corde a soli 5′ dalla fine, è stata capace di resuscitare e di vincere una partita assurda proprio sulla linea del traguardo. Dopo aver rincorso per tutto il primo tempo, i dorici disputano un ottimo terzo quarto che li mette avanti di 4 lunghezze al 30′.

Nell’ultima frazione la partenza dei bianconeroverdi è fortissima con il risultato del 35′ che recita 66-80 per gli ospiti ad un passo dal colpo. Ma nell’ultima curva del match il Campetto si scioglie. Gli attacchi diventano involuti e ogni possesso pesa sempre di più. Dall’altra parte Corato trova una difesa impaurita e riesce a ricucire con pazienza ma anche con grande precisione. Alla fine il contro-parziale dei coratini dice 18-3 compreso il gioco da tre punti di Cicivè che sigla il sorpasso, forse insperato, e fa esplodere l’infuocato palas pugliese autentico sesto uomo per la squadra di casa.

La Luciana Mosconi sciupa così una ghiotta occasione per dare una spallata ai pugliesi nella corsa playoff (salvaguardato comunque il vantaggio nello scontro diretto). Corato raccoglie invece il regalo facendo registrare il suo terzo successo consecutivo che lo mette in un colpo solo al 7°posto.

L’inizio di partita è di marca pugliese. I padroni di casa volano sul 12-2, la Luciana Mosconi trova subito pronta risposta e rimonta fino a mettere il naso avanti con due triple di Filippo Centanni prima del 21-21 della sirena del 10′. Corato approccia bene anche il secondo quarto. 15-5 di parziale e nuovo +10 (36-26) per i neroverdi di Verile. Ma Ancona è di nuovo presente riducendo fino al -4 di metà percorso (45-41). Due triple di Simone Centanni illuminano l’inizio di ripresa. Le due squadre viaggiano a braccetto con lo strappo di Corato per il 60-55 prima del 10-1 dorico che mette la Luciana Mosconi in vantaggio 61-65 all’ultima sirena dandole tanta inerzia in mano.

L’avvio di ultimo quarto è ancora di marca anconetana. I dorici colpiscono a suon di triple. La serie è aperta ancora da Simone Centanni che tocca in quella circostanza quota 27. Segna da oltre l’arco anche il fratello Filippo (due volte) e ciliegina sulla torta messa da Redolf. 66-80 con Corato visibilmente sulle gambe quasi tramortito. L’essenza e nel contempo la crudeltà del basket si sprigionano nel finale. Il PalaLosito si mette a sospingere a più non posso i propri beniamini in difficoltà. La Luciana Mosconi invece di essere cinica si spaventa. Antrops avvia la rimonta con la tripla (sua unica su 9 tentativi…) del 69-80 e poi due appoggi da sotto (74-80).

La Luciana Mosconi segna con Casagrande ma sarà l’ultimo suo canestro dal campo della partita. Troppo presto per staccare la spina e pensare di aver vinto. Stella e Antrops segnano ancora (79-82). Arriva l’ultimo minuto e tutto è di nuovo in bilico. Idiaru segna l’unico canestro della sua partita, quello del -1. Baldoni va in lunetta ma segna il primo e sbaglia il secondo. Corato ha la palla del pareggio e addirittura della vittoria. Cicivè segna e mentre realizza subisce fallo. Il gioco è da cinque punti perchè oltre ai 3 che sanciscono il sorpasso ci sono anche i due che danno la vittoria all’Adriatica Industriale che festeggia quasi non credendo ai suoi occhi (84-83).

Adriatica Industriale Basket Corato – Luciana Mosconi Ancona 84-83 (21-21, 24-20, 16-24, 23-18)

Adriatica Industriale Basket Corato
: Gints Antrops 18 (6/9, 1/9), Mauro Stella 18 (6/8, 0/3), Patrisio Cicivè 16 (7/9, 0/0), Andrea Morresi 9 (0/0, 3/6), Efe Idiaru 6 (3/7, 0/0), Leonardo Marini 6 (3/5, 0/0), Ferdinando Smorra 5 (1/1, 1/1), Matteo Martina 5 (1/2, 1/2), Santiago Boffelli 1 (0/2, 0/1), Pasquale Mangano 0 (0/0, 0/0), Domenico Verile 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 20 – Rimbalzi: 35 9 + 26 (Gints Antrops 12) – Assist: 18 (Mauro Stella 9)

Luciana Mosconi Ancona
: Simone Centanni 27 (3/6, 7/11), Riccardo Casagrande 15 (4/5, 0/2), Lorenzo Baldoni 11 (2/8, 1/2), Filippo Centanni 11 (1/2, 3/5), Valerio Polonara 6 (0/4, 2/3), Sergio Maddaloni 6 (2/4, 0/4), Matteo Redolf 5 (1/1, 1/1), Alessandro Luini 2 (1/3, 0/0), Tommaso Cognigni 0 (0/0, 0/0), Alessio Zandri 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Pajola 0 (0/0, 0/0), Alessandro Bolognini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 23 – Rimbalzi: 32 9 + 23 (Lorenzo Baldoni 11) – Assist: 7 (Simone Centanni, Riccardo Casagrande, Sergio Maddaloni 2)

Ufficio Stampa Luciana Mosconi Ancona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: