Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Poderosa Montegranaro batte Roseto e gli infortuni per l'undicesima di fila

Sempre più difficile. E sempre più bello. Neanche le assenze di Palermo e Traini e la caviglia in disordine di Simmons fermano la XL EXTRALIGHT®, che doma l’atletismo della Cimorosi Roseto e infila la vittoria consecutiva numero 11. Dopo un primo tempo scorso via sul filo dell’equilibrio, i gialloblu spaccano la partita nella seconda parte del terzo quarto, limitando l’impatto fisico a rimbalzo degli abruzzesi e trovando continuità anche a livello offensivo. E se Corbett è stato il signore indiscusso della gara (23 punti, 7 assist, 8 falli subiti, 33 di valutazione), la lieta novella per coach Pancotto è il ritorno ad altissimi livelli di Treier, preziosissimo non solo per le quattro triple mandate a referto, ma anche per l’energia e la fisicità messi in difesa e a rimbalzo.

Le due squadre ci mettono un po’ a sciogliersi in un primo quarto nel quale l’intensità spinge a tanti errori da ambo le parti. La prima fiammata di Corbett vale il primo mini-strappo del match a firma Poderosa (12-6 al 6’), ma con soli due punti segnati nei successivi 5’ i veregrensi non possono andare lontano. I gialloblu mettono la museruola allo spauracchio Person e allora gli Sharks si aggrappano al giovanissimo Eboua, che sotto gli occhi degli scout dei Brooklyn Nets incanta. Le triple di Treier portano la Poderosa al massimo vantaggio sul +8 (19-11 al 12’), ma i tanti errori ai liberi e un paio di guizzi di Pierich rimettono la Cimorosi in carreggiata.

Una tripla del talento camerunense vale addirittura il sorpasso (25-27 al 16’), ma la Poderosa c’è e con un guizzo di Corbett a fil di sirena chiude la prima metà di gara comunque avanti (35-33). La musica sembra non cambiare nella ripresa ed invece i canestri di Mastellari fiaccano pian piano gli ardori rosetani e quando Corbett apre da par suo il quarto periodo il tabellone luminoso dice 62-49 Poderosa con 9’ ancora da giocare. Fatta? Neanche per sogno perché Person e Rodriguez (9 punti tutti nel quarto finale) ridanno fiato a Roseto e l’attacco della XL EXTRALIGHT® gira improvvisamente a vuoto. Una tripla della guardia caraibica vale il nuovo -3 rosetano (65-62 al 33’), ma ancora Treier dai 6,75 risveglia la Poderosa nel momento più critico della serata.

Ritrovata la verve del terzo quarto e un po’ di precisione ai tiri liberi, i gialloblu non rischiano più nulla e quando Mastellari colpisce dall’arco per il nuovo +10 (79-69 con meno di 2’ da giocare) è davvero fatta. I gialloblu conservano il secondo posto, sempre a -2 da una Bologna che però recupera mercoledì il match contro Mantova e, soprattutto, ospita la Poderosa domenica prossima a casa propria: la sfida che vale una stagione per la Fortitudo, quella che aprirebbe porte inimmaginabili per la Poderosa.

Queste le parole di coach Pancotto in sala stampa: «Abbiamo battuto un’ottima squadra, in salute, ben allenata ed in crescita, visti i tanti giovani che ha, che stanno maturando come stanno maturando i nostri. Abbiamo fatto un partita totale, trovando alte percentuali ma anche un’ottima difesa, visto che Roseto veniva dai 106 segnati a Jesi e ne aveva 82 di media. Essere riusciti a contenerli dà un senso globale a quello che la squadra ha fatto. I ragazzi sono stati meravigliosi. Abbiamo avuto un grande atteggiamento, una grande concentrazione, svuotando tutto il barile con le poche energie che potevamo mettere in campo viste le assenze e visto chi è sceso in campo anche se avrebbe potuto non farlo come Simmons. Lo ringrazio perché nonostante ieri mattina avesse fatto una distorsione alla caviglia oggi ha voluto esserci. Ma ringrazio tutti i giocatori che non abnegazione hanno saputo superare queste difficoltà».

Queste le parole di Jeremy Simmons in sala stampa: «Abbiamo fatto una buona partita, resa ancora più difficile per le condizioni di salute che avevamo. Roseto è una squadra molto atletica, in grande fiducia e con i cambi sistematici può mettere in difficoltà chiunque. Abbiamo fatto un ottimo lavoro a rimbalzo, limitando le loro qualità».

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-CIMOROSI ROSETO 81-73

MONTEGRANARO
: Treier 12, Angellotti ne, Testa 2, Mastellari 14, Simmons 12, Palermo ne, Petrovic, Negri 8, Corbett 23, Amoroso 10, Traini ne. All.: Pancotto.

ROSETO
: Palmucci ne, Person 12, Cocciaretto ne, Rodriguez 9, Ianelli, Penè ne, Nikolic 9, Eboua 15, Bayehe 2, Sherrod 12, Akele 2, Pierich 12. All.: D’Arcangeli.

PARZIALI
: 14-11, 21-22, 25-16, 21-24.

Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: