Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Lo Janus Fabriano beffato nel finale nel derby di Civitanova

Dopo il successo di Catanzaro, la Ristopro Fabriano si rimette in viaggio. La seconda trasferta consecutiva non sorride però ai cartai, che al PalaRisorgimento di Civitanova Marche perdono due punti importanti in ottica graduatoria finale. E' nuovamente Lorenzo Andreani (come nella scorsa stagione) il mattatore della sfida con una tripla a 15" dalla sirena. Finisce 84-80.

La Janus deve fare a meno di Nicolò Gatti (assente per infortunio) e Devid Cimarelli (attacco febbrile), coach Millina non ha a disposizione Amoroso. In avvio sono Ivan Morgillo ed Attilio Pierini a fare pentole e coperchi, si rispondono ed in un amen sono entrambi in doppia cifra. Le due squadre si rispondono colpo su colpo, Fabriano sospinta da più di trecento tifosi al seguito (cornice meravigliosa e spot per la Serie B) risponde a Coviello, impeccabile dall'arco. E' una tripla di Dario Masciarelli a mandare le squadre al primo mini-riposo sul 26-25.

L'avvio di seconda frazione è però scoppiettante per i padroni di casa, i quali trovano in Mitt ed Andreani i punti buoni per il primo break del match (33-25). Un'altra tripla di Masciarelli ed un appoggio di potenza di Max Bordi riportano i biancoblù in scia, ma è ancora Pierini che rimette tutto in ordine, nuovo +9 dopo 16'. Proprio sul più bello però il classe '81 è costretto a lasciare il campo per un problema fisico. Fabriano ne approfitta: Emiliano Paparella scalda la mano e punisce per due volte consecutive dall'arco gli uomini di Millina, Ivan Morgillo allunga la striscia e riporta i biancoblù ad un solo punto di distanza. Sylvere Bryan (dopo un primo tempo sottotono) risponde a Andreani e prepara tutti al thè caldo, 43-42.

Nel secondo tempo la sfida sale d'intensità, coach Millina manda Felicioni a ringhiare su Paparella, che è costretto a caricarsi la squadra sulle spalle vista la giornata storta di Lorenzo Monacelli. A rompere l'equilibrio stavolta è la Ristopro guidata da un Sylvere Bryan dominante. Il numero 40 si prende interamente la scena catturando ogni pallone voli in aria, realizzando a ridosso dei vetri e servendo ad Emiliano Paparella due palloni da depositare nel sacco. Ora Fabriano vola, è 50-61 dopo 26'. Coach Millina si rifugia nel minuto di sospensione, è rigenerativo: i suoi uomini si compattano e prima della sirena di frazione, guidati dal duo Andreani-Coviello, sono di nuovo in partita.

Ultimi dieci giri d'orologio che si apriranno sul 63-65. Occasione sprecata dalla Janus, la quale avrebbe potuto uccidere la partita e invece, causa tripla di Andreani, si ritrova sotto nel punteggio 69-67. Ora il derby è tutto da vivere, con Civitanova e Fabriano che si prendono a braccetto: Vallasciani continua a lottare sotto i tabelloni con una partita di grande sacrificio e cerca di contenere Sylvere Bryan. Il lungo della Virtus è anche aiutato dalla Ristopro, la quale sfrutta poco il mismatch nel pitturato e si intestardisce cercando soluzioni dal perimetro. I padroni di casa, grazie a due scorribande di Burini e Andreani, mettono 5 punti tra loro ed i biancoblù.

Emiliano Paparella e Sylvere Bryan dalla lunetta tengono a contatto gli ospiti, fino a quando Filiberto Dri non appoggi al vetro per fare 81-80. E' Lorenzo Andreani (ancora lui, bestia nera dei cartai) a mettere la parola fine alla gara con uno step back a 15" dal termine. Prima sconfitta stagionale per Fabriano nei derby marchigiani, arrivata al termine di una gara che nel cuore della terza frazione avrebbe potuto prendere una strada diversa. Rimane il rammarico ed i 28 punti in classifica. Testa a Nardò.

Rossella Virtus Civitanova Marche - Ristopro Fabriano 84-80 (26-25, 17-17, 20-23, 21-15)

Rossella Virtus Civitanova Marche
: Riccardo Coviello 19 (2/4, 3/5), Federico Burini 15 (6/8, 1/4), Lorenzo Andreani 14 (4/7, 2/7), Attilio Pierini 14 (4/6, 2/4), Marco Vallasciani 12 (3/7, 2/6), Arnold Mitt 8 (4/4, 0/0), Matteo Felicioni 2 (1/1, 0/3), Simone Cimini 0 (0/0, 0/0), Filippo Cognigni 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Attili 0 (0/0, 0/0), Emanuele Bagalini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 8 - Rimbalzi: 29 12 + 17 (Riccardo Coviello 12) - Assist: 15 (Lorenzo Andreani 6)

Ristopro Fabriano
: Emiliano Paparella 24 (3/4, 5/8), Ivan Morgillo 20 (8/10, 1/2), Sylvere Bryan 13 (6/7, 0/0), Filiberto Dri 10 (3/7, 1/6), Dario Masciarelli 8 (1/5, 2/3), Massimiliano Bordi 5 (1/2, 1/1), Lorenzo Monacelli 0 (0/1, 0/3), Andrea Cinti 0 (0/0, 0/0), Niccolo Mencherini 0 (0/0, 0/0), Nicolò Gatti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 9 - Rimbalzi: 31 10 + 21 (Sylvere Bryan 11) - Assist: 15 (Emiliano Paparella 5)

Lorenzo Ciappelloni - Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: