Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Cus Camerino, Alessio Ballini ''Cresciamo e ci divertiamo, vogliamo arrivare più in alto possibile''

Dopo una settimana di pausa, venerdì torneremo a giocare nuovamente davanti al nostro pubblico. Intanto per fare il punto della situazione in casa GialloBlu andiamo a sentire uno dei punti di riferimento di questa squadra: il nostro mitico Settempedano ( ma ormai Camerte di adozione) “Ballo” Alessio Ballini.

- Alessio, partiamo dall’ultima giornata in cui avete perso contro Ascoli nonostante siete stati sempre in partita, cosa è mancato alla squadra?
“Con Ascoli penso che ci sia stata troppa concetrazione sul limitare il loro miglior marcatore ovvero Stilla, mentre poi chi ci ha puniti fortemente è stato Coccia che all'andata non c'era. Penso anche che siamo riusciti ad attaccare bene la zona e che comunque ci siamo difesi discretamente ma nei momenti cruciali della partita alcune nostre scelte hanno premiato loro. Comunque è da notare che ogni volta che abbiamo giocato due partite in una settimana il secondo incontro è risultato sempre più duro da portare a casa”

- Adesso inizia il rush finale prima dei playoff, come affronterete le partite che mancano?
“Sono convinto che affronteremo ogni partita con la testa giusta e che cuore e gambe non ci mancano, ma per andare avanti dobbiamo affidarci al nostro Coach che ne sa qualcosina in più di noi. L'importante sarà arrivare più in alto possibile in classifica e poi si sa che i play off sono un po’ una lotteria e per evitare spiacevoli sorprese bisognerà arrivarci nella miglior forma possibile.”

-Ormai sei al terzo anno a Camerino, che sensazioni provi ad indossare la maglia del CUS?
“Mi sono affacciato a Camerino 3 anni fa proponendomi a Coach Alessandro Cantani e ad Angelo Abbracciavento che mi hanno accolto e subito mi hanno fatto partecipe del progetto e mi sono trovato fin da subito bene. Nonostante di quella squadra sia rimasto poco, ogni anno é cresciuto in me l'entusiasmo di continuare; quest'anno ho deciso di prendere parte anche al campionato di Csi con “Gli Amici del Rugby”. Il bello di giocare a Camerino è che si può vivere lo sport a 360 gradi, questo anche grazie a tutti gli impianti sportivi che ci sono. Parlando della nostra squadra sono convinto che siamo un bel gruppo forte e unito di amici e per noi è grande soddisfazione vedere le molte persone di Camerino che ogni volta ci vengo a sostenere. Nel nostro piccolo vogliamo contribuire a rilanciare questa città perché Camerino nonostante la sfortuna del terremoto merita visibilità e di dimostrare a tutti che c'è ancora ed è viva.”

- Per concludere ti facciamo una domanda di rito ... dove pensi che potete arrivare?
“Non lo so dove possiamo arrivare, quello che so è che lavoro giorno dopo giorno dando il massimo per cercare di vincere ogni partita e di trasmettere la mia grinta alla squadra. Stiamo crescendo e ci stiamo anche divertendo (cosa per me molto importante) e questo è positivo. Sicuramente se diamo tutti il massimo non sarà fondamentale dove arriveremo alla fine, perché sicuramente otterremmo ciò che ci meritiamo. Comunque il nostro motto è sempre lo stesso #abbiamounsognonelcuore. Sempre Forza Cus Camerino.”

Grazie ad Alessio e appuntamento a venerdì !
Tenetevi pronti

Ufficio Stampa Cus Camerino

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: