Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Luciana Mosconi Ancona va all'assalto stasera della capolista San Severo

Costretta a rinviare il suo impegno di martedì sera, la Luciana Mosconi si appresta ad affrontare la 7a giornata di ritorno con qualche grammo di pressione addosso in più rispetto a quello che sarebbe stato in caso di disputa della partita in contemporanea con il resto del Girone C. I risultati che sono arrivati dagli altri campi nelle partite domenicali non sono stati certo favorevoli per i colori dorici.

Le distanze dai playout sono diminuite di due punti con Teramo e P.S.Elpidio entrambe vincenti, così come hanno vinto sia Civitanova che Giulianova, in ottica di lotta per un posto nei playout. Tradotto in soldoni significa che se la Luciana Mosconi non dovesse fare il colpo contro la capolista San Severo, il margine da chi oggi dovrebbe sudarsi la permanenza in Serie B attraverso la gogna dei playout sarebbe di sole 4 lunghezze, il tutto con 8 giornate per completare la regular season e qualche brivido sulla schiena in più.

La Luciana Mosconi cercherà quindi di mantenere il passo delle concorrenti anche se il compito si presenta, almeno alla vigilia, con un tasso di difficoltà indicibile. Al Palarossini (ripulito dopo la convention dei tattoo) arriva l’Allianz Pazienza San Severo, ovvero semplicemente l’unica squadra imbattuta nei tre campionati nazionali. 19 successi in altrettante uscite per i pugliesi di coach Salvemini che sta guidando una macchina praticamente perfetta in attesa di giocarsi le proprie carte per vincere praticamente tutto. Una squadra che può permettersi anche di gestire il resto della stagione regolare a seconda delle sue necessità visti gli 8 punti, e due partite in meno, dalla seconda piazza e il +10 dalla terza.

Un risultato ottenuto da un team con tanta esperienza, talento e in grado di presentare una variegata gamma di soluzioni. L’Allianz Pazienza ha un quintetto solitamente formato da un regista dalla classe purissima, esperto e che ha solo vinto due volte la Serie B negli ultimi tre anni. L’oriundo italo-argentino Nicolas Stanic (11.7 punti di media finora) può rappresentare l’essenza del playmaker e guida l’orchestra completata dalla batteria di esterni formata da Antonio Ruggiero (12.4 di media, 28 all’andata nel match vinto dai pugliesi contro una buona Luciana Mosconi) e Ivan Scarponi (8.4). Avvicinandosi a canestro le cose non vanno certo meglio per ogni avversario con la presenza di un “tale” Massimo Rezzano (14,1 di media) che ritorna al Palarossini dopo quasi 3 lustri dal suo biennio in maglia Stamura agli albori della sua lunga e vincente carriera.

Con l’ultimo MVP dell’intera Serie B c’è il centro di ruolo Riccardo Antonelli (9.2 punti e 6.1 rimbalzi a serata). Dalla panchina si alzano giocatori in grado di mantenere inalterato lo standard qualitativo dei primi cinque. L’ex P.S.Elpidio Fabrizio Piccone è il cambio naturale di Stanic. Emidio Di Donato è un all around in grado di ricoprire più ruoli sfruttando il suo fisico, agilità e buon tiro. Guglielmo Sodero è un esterno che porta costante qualità nei momenti del bisogno. Come se non bastasse la Società del Presidente Amerigo Ciavarella ha fatto un’addizione pesante nella finestra di mercato invernale prendendo in prestito da Treviso, ma ha giocato la prima parte di stagione in A2 a Ferrara, il gioiellino under classe 1999 Lorenzo De Zardo, Ala ritenuta a ragion veduta uno dei migliori prospetti della sua annata.

Il giovane nativo di Formia la scorsa settimana è stato convocato nello stage fatto dalla Nazionale Under 20 e in questo periodo di stagione sta lavorando sodo per essere integrato nella sua nuova squadra per poter poi dare il suo grande contributo ai neri di Salvemini. Dopo la partita di Ancona, e la successiva gara interna contro Catanzaro, l’Allianz Pazienza San Severo tornerà nelle Marche sperando di potersi poi portare a casa la Coppa Italia. Dal 1° al 3 marzo, a P.S.Elpidio e P.S.Giorgio, ci saranno ovviamente anche i neri nella Final Eight LNP. Esordio nei quarti venerdi 1 marzo contro Firenze.

La Luciana Mosconi arriva al match contro la corazzata pugliese dopo il nefasto finale di Corato che ha privato ai dorici di due punti già avuti in mano. A parte gli ultimi 4′ giri di orologio la squadra di Marsigliani ha dato un ottima impressione di se nell’infuocato match del PalaLosito. I dorici cercheranno contro la capolista di ottenere quello che nessuno è stato capace finora di fare. Obbiettivo quindi dall’altissimo tasso di difficoltà ulteriormente accentuato dall’assenza di Filippo Centanni che si è procurato uno strappo muscolare al polpaccio sinistro che lo terrà lontano dalla squadra almeno inizialmente per 10 giorni prima di nuovi esami ecografici.

Senza il minore dei fratelli Centanni la Luciana Mosconi perde un elemento cardine dello scacchiere e accorcia le rotazioni. Sergio Maddaloni e all’occorrenza Smone Centanni si divideranno i compiti in cabina di regia con il senigalliese che partirà nuovamente nel quintetto base di Marsigliani. Per vincere ci vorrà un numero di errori vicinissimo allo zero e magari poter sfruttare un momento di relax dell’Allianz Pazienza con la pancia un pò piena visto il momento. Appuntamento al Palarossini, martedì 19 febbraio ore 20.00. Arbitri i campani Napolitano di Quarto e Fiore di Giffoni Valle Piana.

Ufficio Stampa Campetto Basket Ancona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: