Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Vuelle Pesaro, coach Calbini ''Gara importante, abbiamo voglia di tornare in campo dopo la sosta''

11 partite al termine del campionato, 11 occasioni per raggiungere l'obiettivo salvezza. Il campionato riparte dopo 3 settimane di pausa per la Final Eight di Coppa Italia e per gli impegni delle Nazionali nelle qualificazioni ai Mondiali. La Vuelle vuole sfruttare il fattore casalingo della Vitrifrigo Arena per tornare alla vittoria: domenica alle 20:45 l'avversario sarà la Germani Brescia di coach Andrea Diana.

Il viceallenatore Paolo Calbini presenta la sfida che attende i nostri ragazzi: "È un match importante, dopo la pausa abbiamo voglia di tornare in campo anche per interrompere la striscia negativa di 3 sconfitte consecutive che hanno caratterizzato il periodo prima della sosta. Brescia è una squadra che è cambiata un po' rispetto all'inizio del campionato, ma la loro caratteristica principale è la fisicità: può mettere in campo quintetti abbastanza importanti dal punto di vista della stazza fisica. Da Vitali al numero '5', coach Diana può schierare giocatori con altezze simili e questo consente loro di mettere in pratica difese tattiche, tra cambi difensivi con e senza palla, giocando una 3-2 classica che spesso diventa match-up. I lunghi della Germani sono in grado di contenere le penetrazioni dei piccoli", spiega Calbini.

Il punto di riferimento della Germani è senza dubbio Luca Vitali: "È il play titolare ed è anche il regista della Nazionale, molto bravo in pick and roll per costruire tiri per i compagni. Dovremo fare molta attenzione a questo fattore, ma dovremo essere anche molto bravi nei cambi difensivi, non 'congelando' la palla ma puntando invece alla circolazione nei modi e nei tempi giusti. Servirà molta intensità e aggressività fin dalla palla a due, dovremo avere quella cattiveria agonistica che nella seconda parte di campionato diventa ancora più importante. Se riusciremo a mettere sul parquet questi elementi, potremo trascinare il pubblico che ci aiuterà senza dubbio a conquistare la vittoria", evidenzia il vicecoach.

"Ieri (giovedì, ndr) abbiamo inserito un nuovo giocatore, il play/guardia Mark Lyons che potrà aiutarci ad allungare le rotazioni negli esterni, avendo così ancora maggiore aggressività in difesa e con la possibilità di spendere anche qualche fallo in più. Il suo ingresso ci aiuterà anche nei momenti decisivi dei match", conclude Calbini.

Ufficio Stampa VL

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: