Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Basket Maceratese si riposa ed affila le armi in vista del rush finale

Visto il turno di riposo durante questa settimana cerchiamo di fare il punto della situazione in vista prima dello sprint finale della stagione regolare e poi della seconda parte del campionato, quella decisiva dedicata ai playoff.

Innanzitutto una considerazione di carattere generale, era chiaro sin dall’inizio che il progetto del presidente Bartoccioni di riportare “a casa” molti dei ragazzi usciti dal settore giovanili e protagonisti negli anni con diverse maglie prestigiose andava nella direzione di tornare ad avere una squadra che stazionasse stabilmente nelle prime posizioni e lottasse per i massimi traguardi di categoria; aldilà dei pareri degli addetti ai lavori, magari un po’ interessati a togliersi pressione dalle proprie spalle, che davano l’ABM come favorita numero uno non si può negare che i biancorossi si siano presentati al via come una delle compagini più attrezzate. Ad oggi possiamo tranquillamente dire che i ragazzi di coach Palmioli stanno viaggiando secondo programma essendo comunque tra i protagonisti assoluti del campionato nonostante gli ultimi due stop consecutivi.
Proprio queste due sconfitte hanno complicato parecchio la corsa al primo posto, i Fochi Pollenza hanno di fatto due gare di vantaggio considerando la differenza punti a loro favore e in un caso di arrivo a tre squadre con gli 88ers Civitanova la differenza canestri sarebbe sfavorevole ai maceratesi. L’unica speranza di conquistare ancora la vetta passa, oltre che all’obbligo di vincere tutte le partite restanti, attraverso un doppio passo falso dei ragazzi di coach Luciani, ipotesi abbastanza difficile da prevedere visto il calendario.

La certezza è che sotto la terza piazza, salvo cataclismi, l’ABM non potrà scendere approcciando così i playoff con il vantaggio del fattore campo almeno per il primo turno. L’importante però adesso è cercare di ritrovare salute e forma fisica e da questo punto di vista questa settimana di pausa sarà fondamentale per ricaricare le energie e dimenticare in fretta gli ultimi passi falsi; lo staff tecnico è di primordine, il calendario è abbastanza agevole e il pubblico ha più volte dimostrato calore ed affetto a questi ragazzi, ci sono dunque tutte gli ingredienti per un bellissimo finale di stagione.
Prossimo appuntamento al Palavirtus sabato 8 marzo, ospiti i Brown Sugar Fabriano.

Ufficio Stampa Basket Maceratese

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: