Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Derby amaro per la Luciana Mosconi Ancona, al PalaRossini esulta lo Janus Fabriano

Derby amaro per la Luciana Mosconi che viene asfissiata dall’intensità difensiva sprigionata nella ripresa da una Ristopro Fabriano che festeggia proprio al Palarossini la certezza di entrare nei playoff. Sfida dai due volti con una buona Luciana Mosconi nel primo tempo e poi la crescita dei cartai che certificano sul campo la loro seconda miglior difesa del campionato. Alla fine dei conti rimangono sempre 2 le distanze dall’ottavo posto, mentre Teramo accorcia quelle dai playout ora nuovamente a 4 punti.

I dorici hanno quattro partite ancora da giocare (in mezzo il turno di riposo da passare alla finestra) con il vantaggio dello “sweep” nei confronti degli abruzzesi. Confermata quindi la sensazione che potrebbe essere sufficiente una vittoria per togliersi i strani pensieri, magari potendo coglierla già domenica, a Civitanova, in un nuovo derby dalla doppia valenza visto che la Virtus occupa l’ottavo posto.

Contro Fabriano non basta un sontuoso in attacco Simone Centanni, si paga a caro prezzo la febbre che ha limitato e non poco Casagrande, le condizioni non ancora al top di Filippo Centanni reduce da tre settimane di stop per infortunio e i troppi errori commessi durante il periodo di maggiore annebbiamento degli avversari. La squadra di Pozzetti ha comunque lottato 40′ contro un Fabriano oggettivamente superiore e lancia comunque segnali positivi all’ultimo mese di regular season.

Il Palarossini recepisce il messaggio e presenta una grande cornice di pubblico. Da Fabriano arrivano in massa e anche la gradinata dei locali è ben assiepata. La Luciana Mosconi ha come piano partita il far correre e faticare gli avversari e bloccare i rifornimenti ai lunghi. La partenza dei dorici è buona nonostante il gigante Bryan si renda subito letale. Simone Centanni dimostra di essere in serata, Ancona tocca anche il +6 (15-9) con il piazzato dalla media di Luini e chiude avanti 18-14 con la seconda tripla del suo capocannoniere. Fabriano è intorpidita.

In attacco manca fluidità e ci sono anche errori facili. La Luciana Mosconi tocca il +9 (23-14) con l’acrobazia di Centanni e la tripla di Redolf. Fantozzi chiama time out e affida le chiavi a Gatti. 7 punti di fila del piemontese riportano a galla gli ospiti (23-21). Ancona però risponde subito con il suo bomber principe e Baldoni per il nuovo +9 (30-21). Piace la Luciana Mosconi che ruba tutto in difesa ma in attacco sbaglia altrettanto. La Luciana Mosconi spreca una ghiotta occasione per allungare ancora e Fabriano chiama in causa ancora Gatti che segna altri 7 punti prima della seconda sirena contribuendo in maniera fondamentale a far rimanere la Ristopro a galla.

L’intervallo arriva con la Luciana Mosconi avanti 37-33 e si consuma tra gare di tiro e il tributo dell’intero pubblico a Gimbo Tamberi. L’inizio di ripresa vede un’ottima Luciana Mosconi. Un minuto e mezzo e i dorici toccano il +10 con Baldoni in grande evidenza. 48-38 dopo 3′ ma adesso si sveglia la Ristopro. La difesa si allunga e aumenta di gran lunga la sua intensità. Il tutto toglie lucidità ai padroni di casa che perdono loro malgrado anche di fiducia. Si accende Paparella (48-41) e subito dopo c’è la tipla dall’angolo di Monacelli che incendia lo spicchio di tifosi fabrianesi (48-44).

Pozzetti chiama time out ma Fabriano prende l’inerzia impattando a quota 48 sempre con Paparella e Monacelli. La Luciana Mosconi si affida a Simone Centanni che si inventa una tripla delle sue. Risponde Gatti che sorpassa sul 52-53. L’ultimo possesso del terzo quarto vede trasformare un tiro della Janus in contropiede per la Luciana Mosconi con Centanni che realizza e mette Ancona avanti di un punto al 30′ (54-53). Centanni fa 2/2 in apertura di ultimo quarto ma la Luciana Mosconi rimarrà a quota 56 per un pò. La Ristopro colpisce con Cimarelli che sbuca dal lato debole e punisce la difesa di casa. Subito dopo c’è la tripla di Dri con dedica al suo pubblico in visibilio (56-58).

Il fallo in attacco di Maddaloni alimenta l’entusiasmo degli ospiti. Dri fa 2/2 e poi mette una nuova tripla (56-63). Simone Centanni è ancora un mago quando segna la tripla del -4 ma si capiscono ora tutte le difficoltà dei padroni di casa. La nuova bomba di Paparella mette Fabriano sul +9 a -4’26”. Redolf commette quarto e quinto fallo in due azioni e lascia la compagnia. I biancoblu gesisticono bene il vantaggio e si presentano con 9 punti di vantaggio agli ultimi 2′ di gioco. La Luciana Mosconi ha il merito però di crederci ancora. Maddaloni segna da 3, Gatti sbaglia e Casagrande segna entrambi i liberi per il 66-70 a 34″.

Gatti viene mandato in lunetta ma stavolta sbaglia tutto, sul rimbalzo offensivo c’è fallo su Dri che viene spedito in lunetta e anche per lui c’è lo 0/2. La Luciana Mosconi potrebbe addirittura tentare il miracolo. C’è fallo su Casagrande che sbaglia il primo e segna il 2° per il 67-70 a 4″ dalla fine. Il cronometro neanche riparte e Polonara di mestiere manda sulla linea Bryan, non certo uno specialista del genere. L’italo-dominicano sbaglia il primo libero. Il secondo tentativo è una mattonata sulla piastra del ferro con la palla che incredibilmente si ferma prima di cadere in fondo alla retina. 67-71 finisce così il derby. Fabriano fa festa con la sua gente per la certezza dei playoff e la Luciana Mosconi che coglie gli applausi rimandando ancora l’appuntamento con la vittoria casalinga.

Luciana Mosconi Ancona – Ristopro Fabriano 67-71 (18-14, 19-19, 17-20, 13-18)

Luciana Mosconi Ancona
: Simone Centanni 32 (4/8, 7/13), Lorenzo Baldoni 11 (5/10, 0/2), Riccardo Casagrande 6 (0/4, 0/1), Matteo Redolf 6 (0/1, 2/4), Valerio Polonara 5 (1/5, 1/3), Sergio Maddaloni 5 (1/3, 1/4), Alessandro Luini 2 (1/1, 0/0), Filippo Centanni 0 (0/0, 0/3), Lorenzo Pajola 0 (0/0, 0/0), Alessio Zandri 0 (0/0, 0/0), Tommaso Cognigni 0 (0/0, 0/0), Alessandro Bolognini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 38 9 + 29 (Riccardo Casagrande, Valerio Polonara 9) – Assist: 15 (Simone Centanni, Valerio Polonara 3)

Ristopro Fabriano
: Filiberto Dri 19 (3/7, 2/5), Nicolò Gatti 19 (5/9, 2/7), Emiliano Paparella 11 (1/6, 3/7), Sylvere Bryan 9 (4/6, 0/0), Lorenzo Monacelli 7 (2/5, 1/2), Dario Masciarelli 3 (0/1, 1/2), Devid Cimarelli 2 (1/1, 0/0), Ivan Morgillo 1 (0/0, 0/0), Massimiliano Bordi 0 (0/0, 0/0), Niccolo Mencherini 0 (0/0, 0/0), Stefano Marisi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 18 – Rimbalzi: 33 4 + 29 (Nicolò Gatti 8) – Assist: 15 (Nicolò Gatti 5)

Ufficio Stampa Campetto Basket Ancona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: