Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Chieti Basket piega la B-Chem Virtus Porto San Giorgio e si giocherà i playoff a Campli

Serviva assolutamente vincere per riagganciare la Nova Campli in classifica e per mantenere più vivo che mai il sogno chiamato playoff. Così è stato per i teatini che giocano una partita per ampi tratti davvero molto bella, piegando i marchigiani grazie ad un secondo tempo concreto ed efficace. Cocco (19) domina sotto le plance mentre gli esterni Berardi (15) e De Luca (15) brillano in attacco. Agli ospiti non basta la prova super del pivot Egobobaway (25). Sabato l’Asd Chieti Basket si giocherà il tutto per tutto nella sfida diretta proprio con Campli, la cui vincitrice terminerà ottava e quindi sarà ammessa ai playoff!

L’Asd Chieti Basket fatica ad inizio partita ad arginare lo strapotere fisico di Egobobaway imbeccato sotto canestro da Moyo e Glyneur, dimostrandosi una garanzia nel proteggere il proprio pitturato dalle penetrazioni teatine. Il break iniziale ospite (2-8) obbliga coach Zubiran a rivedere un po’ la fase difensiva che concede qualcosa di troppo agli avversari. Così, nonostante il gap fisico, i padroni di casa sfruttano la zona per imbrigliare la trama offensiva di Porto San Giorgio e per ripartire con rapide transizioni. Bantsevich accende i teatini con un parziale (5-0) che ristabilisce l’equilibrio prima del sorpasso con la tripla di Berardi poco dopo il giro di boa (10-8). Proprio le buonissime percentuali dall’arco per i padroni di casa e pessime per i marchigiani decretano il leggero distacco tra le due compagini al termine del primo periodo (22-15).

Chieti continua a costruire del buon gioco, sfruttando al meglio tutti gli spazi vuoti e denotando anche un’efficace distribuzione dei punti nelle mani di tutti gli uomini chiamati in causa dalla panchina. Capitan De Luca porta i suoi al massimo vantaggio della serata (28-18 al 12’) ma, un leggero calo mentale, permette agli ospiti di ricucire il divario quasi del tutto. Una serie interminabile di errori da entrambe le parti abbassa il livello del gioco. I teatini sfruttano l’uscita dal parquet di Egobobaway per servire sotto canestro Pappalardo e Cocco, che muovono il punteggio anche dalla lunetta. Moyo (8) e Glyneur (8), tuttavia, si accendono in questo secondo periodo. La tripla a pochi secondi dalla sirena di Sarchioto chiude il primo tempo (44-39).

Rientrati dalla pausa lunga, è ancora l’Asd Chieti Basket a fare la partita gestendo il ritmo e punendo le disattenzioni difensive degli ospiti con assoluto cinismo. Berardi e Bantsevich firmano alcuni canestri in isolamento di grande carattere mentre la leadership in campo di De Luca è determinante per mettere ordine in campo in una fase concitata. A metà periodo Pappalardo accusa un infortunio alla caviglia che lo costringe alla panchina per cui coach Zubiran abbassa il quintetto per arginare la situazione delicata. Gli esterni rispondono presente e sfoderano una prestazione unica chiudendo il periodo con un ottimo break, dettato anche dalla difficoltà per gli ospiti a trovare il canestro (73-55).

Ma una vittoria non passa solo dal tabellino ma soprattutto dall’atteggiamento dei singoli e Sigismondi di sicuro incarna al meglio lo spirito d’abnegazione al servizio del gruppo con palloni sporcati, rimbalzi fondamentali recuperati in attacco e assist utili per i lunghi. Le percentuali realizzative crollano drasticamente (6-6 fino al giro di boa) ma questo gioca a vantaggio dei teatini in saldo controllo. Gli ultimi minuti scorrono senza particolari emozioni. Coach Zubiran dà spazio a tutta la panchina e regala la passerella degli applausi a Cocco (19), De Luca (15), Berardi (15), Bantsevich (14) e Mijatovic (11). Grossi è l’ultimo a mollare per i marchigiani (18) trovando alcune triple nel garbage time. I discorsi per i playoff sono ancora aperti (93-72).

Parziali: 22-15; 22-24 (44-39); 29-16 (73-55); 20-18 (93-72)

Asd Chieti Basket
: Berardi 15, Sarchioto 8, Abdulai, Cocco 19, Sigismondi 2, Pavicevic, Pappalardo 9, Bantsevich 14, D’Onofrio, Mijatovic 11, De Luca 15. Coach Zubiran, Ass. Coach Mucci

Virtus Porto San Giorgio
: Moyo 13, Glyneur 8, Guenci, Grossi 18, Antonini, Tizi, Mancinelli 8, Egobobaway 25, Lucidi. Coach Romano

Area Comunicazione Asd Chieti Basket – Emanuele Di Nardo

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: