Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Esame da grande per la Poderosa Montegranaro, al PalaSavelli arriva la Scaligera Verona

Seconda contro quarta. Va in scena un vero big match domani (ore 18) al PalaSavelli. La Tezenis Verona è la inseguitrice più immediata del terzetto Bologna-Montegranaro-Treviso, lontana sì 8 punti dalla XL EXTRALIGHT® in classifica, ma costruita e ritoccata in corsa per tentare il salto in Serie A.

La Scaligera di coach Luca Dalmonte arriva a Porto San Giorgio forte di una striscia di cinque vittorie consecutive e con un rinforzo da Nba appena inserito nel motore: lo sloveno Sasha Vujacic, un decennio di carriera in America condito da due anelli con la canotta dei Los Angeles Lakers, ha accettato di tornare in Italia per prendere il posto del match-winner della gara di andata, quel Terry Henderson che con una tripla a fil di sirena inflisse la prima sconfitta esterna stagionale alla Poderosa.

Per lui finora due gare e 34 punti complessivi. L’altro innesto a stagione in corso è stato Mitchell Poletti, arrivato da Siena come “upgrade” rispetto a Giacomo Maspero: le cifre lo stanno confermando come uno dei migliori lunghi italiani del campionato, con 15,0 punti (col 65% da 2), 7,0 rimbalzi e 2,8 assist. E se parliamo di migliori lunghi italiani del campionato

impossibile non citare anche Francesco Candussi, che alle cifre del compagno di reparto aggiunge 14,7 punti e 8,8 rimbalzi.L’altro straniero nel roster veronese è il folletto Jazzmarr Ferguson, che si sta confermando scorer di livello assoluto timbrando 15,6 punti, 2,8 rimbalzi e 4,4 assist uscendo spesso e volentieri dalla panchina. Già perché coach Dalmonte lo usa spesso nel ruolo di guastatore alle spalle del regista con licenza di uccidere Andrea Amato (12,4 punti, 2,5 rimbalzi, 4,5 assist) e dello stopper difensivo e chirurgo in attacco Giovanni Severini (8,2 punti col 60% da 2 e il 44% da 3). Oltre a Ferguson, anche il resto della panchina è ricco di alternative.

I veneti contano di recuperare l’ala Mattia Udom, che ha perso praticamente tre mesi di stagione per un problema all’inguine ma che stava viaggiando a 8,7 punti e 7,9 rimbalzi a partita. L’alternativa nel reparto lunghi è Andrea Quarisa, pivot da 1,7 punti e 2,8 rimbalzi a gara, ma dà una mano anche la giovane ala classe 2000 Omar Dieng (2,8 punti e 2,8 rimbalzi). Tra gli esterni, ad allungare le rotazioni è Iris Ikangi, che timbra 3,9 punti e 2,3 rimbalzi a partita. La Tezenis scenderà al PalaSavelli con tutta l’intenzione di prendersi due punti fondamentali nella corsa a tenere dietro le inseguitrici e, perché no, tenere aperta la porta all’assalto alle posizioni di XL EXTRALIGHT® e Treviso. Ma la Poderosa ha altri piani…

Il match sarà trasmesso in diretta streaming per abbonati su LNP Tv Pass (https://tvpass.legapallacanestro.com/index.php/2019/02/20/xl-extralight-montegranaro-vs-tezenis-verona-2), diretta audio dal canale Spreaker ufficiale della società Poderosa Live Radio (https://www.spreaker.com/user/poderosa), aggiornamenti dai canali ufficiali Facebook (Poderosa Pallacanestro Montegranaro), Twitter (@poderosabasket) e Instagram (@poderosamontegranaro). La partita sarà trasmessa in differita lunedì sera alle 20.15 su Tvrs (canale 11 del digitale terrestre).

Ufficio Stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: