Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Poderosa Montegranaro risale da -18 ed espugna il campo dell'Assigeco Piacenza

Guai a dare per morta questa XL EXTRALIGHT®. Sotto di 18 dopo un primo tempo da dimenticare e in piena balia della clamorosa serata balistica della Assigeco Piacenza (15/26 dall’arco alla fine, ma per lunghi tratti i padroni di casa hanno veleggiato ben oltre il 70%), i gialloblu completano nel finale una fantastica rimonta ed espugnano anche il PalaBanca centrando la 12° vittoria esterna su 14 partite disputate. I veregrensi hanno svoltato trascinati dai 55 punti della coppia Corbett-Amoroso, semplicemente fenomenali nell’esaltante remuntada del secondo tempo: il Pistolero inizia rimettendola in piedi nel terzo quarto, nel quale firma 17 dei suoi 33 punti finali; il capitano finisce l’opera nei minuti finali, punendo a ripetizione dall’arco (6/6 alla sirena) nei momenti caldi del match.

Eppure non sembrava una grande serata per la squadra di coach Pancotto. È una Poderosa che sembra non riuscire a trovare l’energia dei giorni migliori e Piacenza la aggredisce trovando sicurezza nel tiro da fuori. Le bombe di Piccoli e Ogide lanciano il primo mini break del team di coach Ceccarelli a fine primo quarto (22-16), ma è al via del secondo quarto che l’Assigeco dà la spallata. Una tripla di Bossi chiude il break di 14-3 che spinge Piacenza a +17 (36-19 al 15’) e la Poderosa sembra in bambola totale. Due canestri pesanti di Amoroso tengono in piedi i gialloblu, ma con quattro triple in fila di Murry a cavallo tra secondo e terzo quarto la Assigeco spicca al massimo vantaggio (48-30 al 21’).

Nel momento più buio la XL EXTRALIGHT® si aggrappa ad un paio di giocate di Negri per non sprofondare, poi sale in cattedra Corbett: cinque minuti di onnipotenza cestistica del talento da Raleigh mandano in tilt le alchimie di coach Ceccarelli e riportano di prepotenza la Poderosa dentro alla gara: le due bombe da cineteca che chiudono il terzo periodo significano -2 (66-64) con ancora 10’ da giocare. A prendere il testimone da Corbett in avvio di quarto periodo è Palermo: il play gialloblu mette alla frusta Sabatini attaccandolo a ripetizione, ma la Assigeco serra i ranghi e con Formenti e Piccoli riguadagnando un prezioso +5 (80-75) quando mancano poco più di 2’ da giocare. La Poderosa è spalle al muro, non si può più sbagliare nulla.

E allora sale in cattedra il capitano: Amoroso spara una, due, tre volte in fila dai 6,75 e ogni canestro è una picconata sulle certezze piacentine. L’ultimo vale il sorpasso gialloblu entrando nell’ultimo minuto (81-84), Murry fallisce il canestro del -1 ma a sua volta Negri non trova la tripla del +6 che, con una ventina di secondi da giocare, avrebbe mandato i titoli di coda. È di nuovo Murry a giocarsi la palla del potenziale pareggio scagliando la tripla sul ferro con 10” da giocare. A rimbalzo vola più in alto di tutti Corbett, che subisce il fallo e mette in ghiaccio il successo gialloblu con un 2/2 dalla lunetta. Una vittoria esaltante e preziosa, perché tiene i veregrensi appaiati a Treviso al secondo posto.

ASSIGECO PIACENZA-XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 81-86

PIACENZA: Diouf ne, Bossi 3, Ogide 20, Formenti 11, Antelli 6, Piccoli 6, Ihedioha 4, Turini, Murry 19, Sabatini 9, Vangelov 3. All.: Ceccarelli.

MONTEGRANARO: Treier, Testa 3, Mastellari 5, Simmons 7, Palermo 9, Petrovic, Negri 5, Corbett 33, Amoroso 22, Traini 2. All.: Pancotto.

PARZIALI: 22-16, 23-14, 21-34, 15-22.

Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: