Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Isernia Basket lotta, ma alla fine è la capolista Unibasket Lanciano a festeggiare

Non concede sconti questo stupefacente Lanciano: non basta infatti ai ragazzi del coach Claudio Corà aver già messo in cassaforte primo posto in classifica e approdo ai playoff dopo la vittoria di sabato scorso. Ed infatti anche oggi a spuntarla sono stati i Frentani al termine di una gara molto intensa e difficile, in cui i padroni di casa dell’Isernia hanno messo in campo tutta la loro voglia e qualità, per cercare di sbarrare la strada alla capolista e fare propria una vittoria che sarebbe stata fondamentale, per la loro pericolante classifica.

Non è bastato però ai giocatori di Barbuto, diretti da uno straripante Torreborre (top-scorer di giornata con 26 marcature) aver toccato i quattordici punti di vantaggio e spinto forte sull’accelleratore: alla fine la vittoria ha sorriso all’Unibasket che ben guidata dal duo Mordini - Cukinas è dapprima rientrata in partita, piazzando poi al momento giusto, la “zampata” decisiva per fare prendere ai due punti in palio, la via dell’Abruzzo. Arriva così la ventesima vittoria su venticinque gare, utile ad allungare a sette la striscia positiva di trionfi del club del presidente Valentinetti. Numeri e dati importanti che si spera, possano rappresentare un buon viatico in vista degli imminenti playoff.

Questa la cronaca del match:

I padroni di casa scendono in campo con Porfidia, Adins, Caresta, Hussin e Otersons mentre il Lanciano opta per il quintetto base composto da Capuani, Agostinone, Martelli, Adonide e Ranitovic. La partenza del Lanciano è di quelle folgoranti: dopo quattro minuti di gioco l’Unibasket è già avanti 10 a 0 grazie agli otto punti segnati da Cukinas e ai due di Adonide: la partità sembra già segnata ed invece l’Isernia si rifà subito sotto e grazie ai centri di Porfidia e Caresta riesce a riportarsi a sole due lunghezze dalla capolista. I molisani calano la carta Francis Torreborre ed è proprio il regista belga, sul filo di lana a piazzare l’assist a Porfidia che con una tripla porta Il Globo sul vantaggio di 13-12 con cui termina la prima frazione di gioco.

La seconda si apre con l’Isernia protagonista: Toreborre, Hussin e Cupito lanciano i padroni di casa sul + 7 (19-12) e nonostante la marcatura del neo entrato Masciopinto è ancora il lettone Adins a trovare la via del canestro (21-14). Povilas Cukinas non ci sta però a perdere la sfida baltica con Adins e va segno dalla lunetta per il momentaneo 21-16. E’ sempre il furetto Torreborre a mettere le mani nelle azioni offensive dei molisani ed è con una sua schiacciata che Il Globo si porta sul massimo vantaggio di + 9 (25-16). Nonostante la voglia di Cukinas e del giovane Masciopinto sono ancora gli uomini di Barbuto con Adins e Torreborre a trovare il canestro del 30-20.

Il Lanciano prova a rifarsi sotto prima con Adonide e poi con D’Eustachio ma sono sempre Adins e Torreborre a fiaccare le velleità degli ospiti fissando il parziale sul 37 a 24 (+14). Momento difficile per Martelli e i suoi che vanno alla pausa lunga sotto 39 a 25. La tripla dall’arco di Caresta riapre la sfida nel terzo quarto di gioco, ma questa volta il Lanciano non resta a guardare anzi, sospinto dal grande ritmo di Ranitovic e Mordini si riporta con rapidità sul 43-38. Torreborre come al solito non ci sta, ma l’Unibasket con una bomba di Ranitovic ed il gioco da tre (canestro + fallo) di Mordini passa a condurre per il momentaneo 45-46.

Sempre dalla lunetta, Caresta impatta il momentaneo 46-46 ma è ancora lo scatenato play pontino dell’Unibasket a portare il Lanciano sul 46 a 52 che chiude la penultima frazione di gioco. Terzo quarto quindi, tutto di marca lancianese che dopo le difficoltà è riuscita a ricompattarsi e a tornare in partita. E’ sempre il funambolo Mordini, ben assistito da capitan Martelli a trovare, con l’ennesima bomba la via del canestro: Torreborre cerca di scuotere il team molisano ma ora sono i ragazzi di Corà ad imprimere la propria impronta sulla gara.

Cukinas, Ranitovic ed Agostinone segnano i punti del + 14 (50-64) in favore del Lanciano, e nonostante gli sforzi profusi, soprattutto dall’encomiabile Torreborre, l’Isernia vede scivolare via la gara: Agostinone porta a settanta i punti segnati dall’Unibasket che espugna con il risultato finale di 65- 70, anche il Palazetto dello sport di Isernia. Nel prossimo e ultimo appuntamento prima della fine della stagione regolare, il Lanciano ospiterà sul parquet di casa, gli umbri della Val di Ceppo.

Per l’occasione è stata stretta una importante collaborazione con la società del Lanciano Calcio che permetterà ai giovani del settore giovanile rossonero, agli abbonati e ai possessori del biglietto della partita con l’Ortona di entrare gratuitamente al Palazzetto per sostenere insieme la Lanciano del basket!

Isernia Basket - Unibasket Lanciano 65-70

Il Globo Isernia
: Torreborre 26, Adins 8, Caresta 12, Cupito 7, Otersons 2, Porfidia 6, Melchiorre ne, Di Nezza, Hussin 4, Prete ne. All. Barbuto

Unibasket Lanciano
: D'Eustachio 3, Cukinas 16, Adonide 4, Mordini 16, Martelli 7, Masciopinto 4, Agostinone 8, Di Giovanni ne, Capuani, Ranitovic 12, Cancelli ne. All. Corà

Parziali
: 13-12, 26-13, 7-27, 19-18.
Progressivi: 13-12, 39-25, 46-52, 65-70.
Usciti per 5 falli: nessuno

Arbitri: Renga e Di Lello

Simone Cortese - Ufficio Stampa Unibasket Lanciano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: