Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Sutor Montegranaro, Alessio Valentini ''Faremo di tutto per battere Matelica e e dare una gioia ai tifosi''

Alla Bombonera domenica va in scena l’ultimo appuntamento con la regular season per la Sutor Premiata, il big match contro la Vigor Matelica. Lo scorso anno quella con i biancorossi fu una finale indimenticabile: 4 sfide che combaciarono con la vittoria del campionato della squadra di coach Ciarpella ed il conseguente accesso alla fase nazionale di Taranto. Esattamente come la scorsa stagione anche quest’anno Matelica dispone di tutte le carte in regola per poter arrivare fino fondo, e proprio con i veregrensi è attualmente alle prese con la corsa che porta - almeno - al 4° posto in classifica (ed al vantaggio del fattore campo nel primo turno dei play-off). Per la partita è atteso il pubblico delle grandi occasioni, con la palla a due fissata per le ore 18 nello storico impianto di via Martiri D’Ungheria. In vista di questo importante appuntamento abbiamo raggiunto il numero 14 gialloblù Alessio Valentini:

Grazie Alessio per essere qui con noi oggi. Partiamo dalla sconfitta di domenica: una partita difficile contro un avversario che ha voluto vincere a tutti i costi…
“Con Pesaro molto probabilmente abbiamo pagato per tutta la partita l’inizio difficile: abbiamo sbagliato approccio al match e siamo stati costretti a rincorrere per tutti e 40 i minuti. Sono errori che in un campionato così equilibrato spesso ti possono costare i due punti in palio”.

Eppure a metà dell’ultimo quarto la situazione sembrava potesse ribaltarsi in nostro favore. Cosa vi è mancato per portare a casa i due punti?

“Credo siamo arrivati stanchi nei minuti finali; l’adrenalina della rimonta dell’ultimo periodo ci ha galvanizzato e non ci ha fatto avvertire più di tanto la tensione e la stanchezza, la quale poi è arrivata puntuale a chiederci il conto negli ultimi possessi”.

Due punti che ora vanno vendicati immediatamente domenica pomeriggio alla Bombonera nell’ultimo incredibile match di questa equilibratissima regular season: la supersfida contro Matelica.
“Si, il calendario ci ha regalato questo big match contro la corazzata Matelica proprio l’ultima giornata di campionato. Sarà una sfida molto complessa, sentita e voluta da entrambe le squadre”.

Vincere per il fattore campo, con la suggestione di poter incrociare anche in caso di sconfitta la stessa Matelica (con la prima e l’eventuale gara 3 però da giocarsi a Cerreto D’Esi). Che partita ci aspetta all’orizzonte?
“Matelica non ha bisogno di presentazioni. È una squadra costruita in estate per vincere che dopo il cambio di rotta in panchina sta vivendo un buon periodo di forma; in classifica pagavano forse quell’inizio di stagione difficile: con un paio di vittorie in più ora lotterebbero sicuramente per i primi due posti. Domenica noi avremmo il vantaggio di giocare in casa e faremo DI TUTTO per regalare una gioia ai nostri tifosi…ed il fattore campo ai play-off!”.

Molti tuoi compagni di squadra ci hanno già detto che per loro conterà moltissimo la condizione fisica con cui ci presenteremo all’appuntamento della post-season. Che Sutor stai vedendo in allenamento? Siete pronti per il tour de force finale?
“Assolutamente si, conta moltissimo. Con Marco Rossi e tutto lo staff tecnico di coach Ciarpella sono settimane che cerchiamo di prepararci al meglio fisicamente per la post-season; sono sicuro che il lavoro svolto porterà i suoi frutti”.

Grazie per il tempo che ci hai dedicato Ale…ci vediamo domenica alle ore 18 alla Bombonera. FORZA SUTOR!

“Grazie a voi. Ne approfitto anche per fare un appello ai tifosi: domenica la Bombonera dovrà essere un fuoco, come lo è già stato in passato. Il calore dei nostri tifosi è una cosa che siamo riusciti ad avvertire diverse volte in questa stagione, in casa ed in trasferta…ma domenica non è una partita come le altre: aiutateci a raggiungere il nostro obiettivo!”.

Ufficio Stampa S.S. Sutor Basket Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: