Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Nuovo Basket Aquilano, maglia speciale in gara 1 per ricordare le vittime del terremoto

Sarà una giornata particolare anche nel mondo dello sport cittadino, e della pallacanestro nello specifico, quella del 6 Aprile 2019, con gli atleti e le atlete del Nuovo Basket Aquilano che scenderanno sui parquet con il lutto sulle canottiere e indossando la maglia celebrativa con lo stemma della Città dell’Aquila. In Serie C inizieranno domani i Playoffs incrociati tra Marche, Umbria, Molise ed Abruzzo ed i ragazzi di coach Tedeschini saranno ospiti del Recanati Basket (inizio ore 17:30 – PalaRossini di Castelfidardo) per una gara di andata dei Quarti di Finale che si preannuncia difficile e da giocare contro un avversario di ottimo livello e protagonista di una eccellente prima fase nel Girone marchigiano.

Prima dell’incontro, come richiesto alla Federazione della società aquilana, verrà osservato un minuto di raccoglimento in onore delle 309 vittime del terremoto del 2009, e la medesima procedura sarà tenuta al PalaAngeli dove, nel pomeriggio di domani alle 16:30, si svolgerà l’incontro di Basket Femminile tra le ragazze del Nuovo Basket Aquilano e quelle del Giulianova. Un’occasione per non dimenticare, ma un’occasione anche per rappresentare con i ragazzi e le ragazze la voglia di andare avanti, di superare le avversità e guardare al futuro, caratteristiche che il club di Roberto e Paolo Nardecchia ha fin dai primissimi giorni dopo il sisma ritenuto fondamentali per ridare speranza e sorriso ai giovani.

Una determinazione che da un lato ha consentito la realizzazione del gioiello del PalaAngeli, ammirato in tutt’Italia e intitolato a tre ragazzi scomparsi la notte del sisma che avevano indossato la canottiera della Scuola Minibasket L’Aquila (Davide e Matteo Cinque ed Ezio Pace) e dall’altro ha portato ad alzare l’asticella sportiva dell’attività, che ha fatto raggiungere in questi anni risultati mai conseguiti per la città, ma che soprattutto ha fatto sì che i ragazzi potessero continuare a coltivare le loro ambizioni con il sorriso sulla faccia e tanta professionalità alle loro spalle.

Ufficio Stampa Asd Nuovo Basket Aquilano Scuola Minibasket L’Aquila

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: