Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Robur Osimo chiude in maniera positiva la regular season

Ultima giornata di stagione regolare per la Robur Osimo, Job Just On Business, che al Palabellini ha avuto la meglio di un Bramante Pesaro, giunto ad Osimo libero da patemi, in quanto certo della partecipazione ai Playoff. Partita godibile che vede comunque entrambe le squadre lottare su ogni palla per prevalere sull'altra tanto che l'equilibrio ne ha fatto da padrona per gran parte del match. Al 10' minuto infatti, i roburini conducevano 20-19, mentre nel secondo periodo il vantaggio viene lievemente ampliato dagli uomini di coach Galli che grazie ad una buona difesa e discete percentuli al tiro vanno all'intervallo lungo sul + 6 ( 42-36)

Il leit motiv della sfida non cambia nel corso della ripresa ma sicuramente l'evento più rilevante della sfida accade al 22' quando Galli decide che fosse giunto il momento del ritorno in campo di capitan David. Tanta emozione e standing ovation al Palabellini per il capitano che si fa trovare subito pronto in entrambe le metà del campo tanto da realizzare una tripla qualche minuto dopo. Al 30' regna ancora l'equilibrio con i senza testa avanti 61-56. Nell'ultima frazione invece gli osimani scaldano i propulsori mentre gli ospiti perdono via via intensità e concentrazione. Risultato: parziale di 20-11 e vittoria numero 12 del campionato Osimano.

Da sottolineare la prova di DiTrapano, autore di 23 punti e 28 di valutazione, a seguito di un match silente ma allo stesso tempo di grande qualità e del cecchino osimano Cardellini che si conferma con 18 punti realizzati. Sicuramente strappare questa vittoria non era semplice visto il livello degli avversari, che disputeranno i Playoff,e i problemi avuti in settimana nel preparare la partita (Bini, Pozzetti e Catalani out), ma ciò dimostra il grande sforzo svolto dalla squadra e dallo staff tecnico che quotidianamente hanno sempre lavorato con grande abnegazione. Terminata l'ultima giornata è oppurtuno tracciare un primo bilancio della stagione.

I senza testa nel girone di ritorno sono stati capaci di cogliere 16 punti (piazzandosi 3' nella classifica del girone di ritorno, preceduti solo da Lanciano e Chieti), dopo aver ottenuto vittorie importanti in campi difficili come Chieti e Matelica e giocandosela ad armi pari con tutte le formazioni del campionato. La classifica finale della Robur, che ci vede rilegati in 11esima posizione, è figlia di un girone d'andata difficile in cui i punti ottenuti furono solo 8 e di una difficoltà nel trovare punti negli ultimi scontri diretti disputati. Fin da subito ci sarà da lavorare e tornare a sudare un palestra in vista di Domenica 14 Aprile, giorno in cui al Palabellini ci sarà gara 1 Playout contro Falconara.

Sarà una sfida impervia e dura in cui i ragazzi promettono di mettere in campo tutto ciò che hanno, ma per raggiungrre tranquillamente la salvezza avremo bisogno di voi e della nostra città! Ci auguriamo di poter contare su un palazzetto caldo, pieno di colore e passione, che sarà fondamentale per trascinare i ragazzi di coach Galli alla vittoria!

Robur Osimo - Bramante Pesaro 81-67

Osimo
: Conti 14, Carletti 3, Cardellini 18, Monier 13, Ditrapano 23, Domesi 3, Catalani 2, Rasicci, Paladino, Pierucci 2, David 3. All. Galli

Pesaro
: Giampaoli 2, Gamberini 16, Bonci 13, Bertoni 11, Giunta 6, Gnaccarini 6, Galdelli, Del Prete 3, Gennari 3, Curcio 3, Terenzi 4. All. Nicolini

Parziali
: 20-19, 22-17, 19-20, 81-67.
Progressivi: 20-19, 42-36, 61-56, 20-11.
Usciti per 5 falli: nessuno

Arbitri
: Renga e Giambuzzi

Ufficio Stampa Robur Osimo

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: