Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il duro comunicato della Lupo Pesaro in merito ai provvedimenti del giudice sportivo

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/13-04-2019/duro-comunicato-lupo-pesaro-merito-provvedimenti-giudice-sportivo-600.jpg

Social

Con il presente comunicato, la società CMB Lupo Pantano Pesaro intende manifestare il profondo sconcerto e disappunto in relazione provvedimenti adottati dal Giudice Sportivo Regionale n. 94 con comunicato n. 485 del 12 aprile 2019 (LEGGI QUI IL COMUNICATO).

Pur caratterizzata da notevole agonismo e dallo sfortunato infortunio del tesserato Matteo Belligotti, si evidenzia quanto la serie di quarti di finale tra CMB Lupo Pantano Ps e Olimpia Pesaro sia stata improntata, sino ad oggi, al costante e reciproco rispetto, tra Giocatori, Arbitri e Allenatori.

Stupisce, pertanto, la gravità e il numero delle sanzioni comminate con il suddetto provvedimento, soprattutto in considerazione del fatto che queste siano state applicate in assenza di qualsivoglia avvertimento e/o provvedimento formale adottato dai Giudici di Gara nel corso della sfida dell'11 aprile 2019, nonché per il fatto che la società CMB Lupo Pantano PS non sia mai stata destinataria di provvedimenti disciplinari nel corso dell'intera stagione sportiva, ma si sia sempre distinta per il profondo rispetto nei confronti di avversari e arbitri.

Si riporta, per completezza, l'elenco dei provvedimenti disciplinari:
1) Andrea Gabucci inibizione determinata per 7gg;
2) Giovanni Spadola, ammonizione;
3) Amedeo Bracaloni, squalifica tesserato per 2 gare;
4) Leonardo Sabato, ammonizione;
5) Belligotti Matteo, deplorazione.
6) CMB Lupo Pantano Ps, ammenda di euro 150 per tentativo di invasione.

La Società lamenta, perciò, ancor prima della sproporzionalità e contraddittorietà delle decisioni in parola, l'insussistenza dei presupposti per l'adozione delle stesse, avvalorata, peraltro, dall'incredulità del pubblico presente e di tutti i tesserati delle società sportive coinvolte.  Sorprende la totale divergenza tra la realtà dei fatti e quella che emerge dal referto di gara e dai pedissequi provvedimenti. Inesistenti sono i comportamenti offensivi, irriguardosi, minacciosi e intimidatori dei tesserati sanzionati. Inesistente è il tentativo di invasione del campo da gioco.

Si ritiene, di conseguenza, che il metro adottato dal corpo arbitrale e le decisioni dalla Federazione, abbiano comportato, e tutt'ora comportino, un'offesa ed un serio ed intollerabile pregiudizio per la Società CMB Lupo Pantano Ps.

Confidando, quindi, in una maggiore attenzione da parte di tutti i protagonisti coinvolti, Federazione, Arbitri e Tesserati, al fine di non vanificare l'impegno, la passione e il sacrificio, anche economico, di tutte le Società sportive, si porgono Distinti Saluti.

La Società CMB Lupo Pantano Pesaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: