Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Playoff G2: l'Unibasket Lanciano si prende la semifinale, bene Martelli ed Adonide

Non è stata una passeggiata, e nessuno francamente se lo aspettava minimamente. Del resto quando arrivi a giocarti certe partite, neanche i valori espressi dalla classifica finale possono valere più di tanto e le sorprese sono sempre dietro l’angolo anche se sei il più forte tra le due contendenti. Non è stata una passeggiata neanche gara 2 del quarto di finale playoff, giocata ieri in riviera adriatica, ma al fischio finale della sirena a fare festa (con merito) è stata l’Unibasket Lanciano del presidente Valentinetti che strappa così il pass per la semifinale senza dover ricorrere al terzo turno. Per giocarsi un posto in finale l’Unibasket se la dovrà vedere con quella “nobile decaduta” che porta il nome di Sutor Montegranaro, vincitrice della doppia sfida con Matelica.

Vittoria quella di ieri che premia gli uomini di coach Corà che comandano l'incontro dall'inizio alla fine, riuscendo però a chiudere i giochi definitivamente solo nei minuti finali. I Frentani partono subito forte, chiudendo avanti il primo quarto sul 9-20: i padroni di casa provano più volte a riavvicinarsi, ma l'Unibasket trova sempre la forza di reagire mantenendo costantemente in avanti col punteggio. Ottime in casa lancianese le prove di Adonide e Martelli autori, rispettivamente, di 21 e 20 punti; mentre alla Samb non basta la prestazione di Cesana che ha chiuso a quota 21 punti.

Questa la cronaca del match:

Coach Aniello sceglie come quintetto base Ortenzi, Cesana, Catakovic, Quercia e Bugionovo, mentre Corà risponde con D’Eustachio, Mordini, Martelli, Adonide e Cukinas. Il Lanciano parte subito forte e grazie ai sei punti di Angelo Adonide e ai liberi di Cukinas piazza presto il primo parziale di 8 a 2: il canestro di Cesana ben assistito da Catakovic non riesce a spezzare la concretezza degli ospiti che prima con Martelli e poi di nuovo con Adonide, toccano le dieci lunghezze di vantaggio (10-4) quando mancano quattro minuti e mezzo dalla fine della prima frazione. La tripla di Martelli ed il canestro in sospensione di Cukinas accrescono ulteriormente il vantaggio dell’Unibasket che nonostante i centri del neo entrato Fluellen chiude avanti sul parziale di 20 a 9 il primo quarto di gara.

Anche la seconda frazione di gioco si apre nel segno del Lanciano con Martelli che subisce fallo dall’arco e marca tre tiri liberi: Adonide e ancora il capitano lanciano l’Unibasket sul 30-15, ma prima Ortenzi e poi Cesana riportano a - 10 il divario tra i due team. Ranitovic fa 1su 2 dalla lunetta, ma uno scatenato Adonide porta a 40 i punti del Lanciano ed il vantaggio cresce ancora grazie al canestro di Cukinas . Le triple di Ortenzi e Bugionovo provano a stimolare la Samb, ma gli abruzzesi rispondono ancora grazie alle segnature di Ranitovic e Adonide. Sul + 14 l’Unibasket smette improvvisamente di giocare permettendo ai rossoblù marchigiani di rifarsi sotto pericolosamente: l’ennesima bomba di Fluellen e ben sette punti di Cesana consentono alla squadra di coach Aniello di ricucire fino al - 6 (46-52) quando manca un solo minuto dalla fine del terzo quarto.

I due liberi di Martelli sono ossigeno per l’Unibasket ma ancora Cesana dalla lunetta fissa il parziale del penultimo quarto sul 55 a 48 per il Lanciano. L’ultima frazione di gioco inizia ancora nel segno dei marchigiani che sempre con Cesana e Catakovic si spingono fino al - 3 (56-59). Nel momento forse di maggior pressione della Samb, Cukinas e compagni piazzano un importantissimo parziale di 6 a 0. Ancora il lungo baltico ex Cantù, marca i punti del 69 - 60 e nel finale i preziosissimi liberi di Agostinone permettono all’Unibasket di chiudere definitivamente i conti. La partita va in archivio con il risultato di 66 a 75. Onore alla Sambenedettese che ha lottato fino alla fine, ma al netto delle due gare è stato il Lanciano a meritare il posto in semifinale. Grande soddisfazione in casa Unibasket per questo ennesimo ed importante traguardo raggiunto. Ora un po' di meritato riposo per la Pasqua e da martedì testa ai prossimi impegni dei playoff, l’avventura continua!

Sambenedettese Basket - Unibasket Lanciano 66-75

Sambenedettese
: Ortenzi 9, Cesana 21, Catakovic 3, Quercia, Bugionovo 9, Fluellen 16, Quinzi 2, Di Eusanio 2, Correia, Roncarolo, Pebole 4, Carancini. All. Aniello

Lanciano
: D'Eustachio 3, Cukinas 18, Adonide 21, Mordini, Martelli 20, Masciopinto ne, Agostinone 8, Di Giovanni ne, Capuani, Ranitovic 4, Cancelli ne. All. Corà

Parziali
: 9-20, 20-26, 19-9, 18-20.
Progressivi: 9-20, 29-46, 48-55, 66-75.
Usciti per 5 falli: Cesana e Catakovic (Sambenedettese); D'Eustachio, Martelli e Ranitovic (Lanciano)

Arbitri
: Mattioli e Paglialunga

Simone Cortese - Ufficio Stampa Unibasket Lanciano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: