Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Playoff: lo Janus Fabriano pronta ad iniziare la serie contro il Napoli Basket

Inizia un nuovo campionato per la Ristopro: un campionato in cui non conta quello che si è fatto, ma quello che si farà. La post season ci mette subito di fronte ad un avversario per nulla semplice da affrontare, il quale fa della prestanza fisica e del talento individuale i suoi principali punti cardine. La formazione partenopea ha iniziato la stagione con risultati altalenanti (5W & 8L), rialzandosi però subito con un filotto di 11 successi consecutivi grazie anche agli innesti nel mercato invernale. Ha così chiuso il proprio girone al sesto posto con 18 vittorie in 30 partite.

Napoli realizza 74,7 punti di media con il 32% dall’arco, ma perde quasi 13 palloni a partita. Al comando dei campani c’è Gianluca Lulli, coach reduce dall’esperienza in panchina nella sua Palestrina (arrivata ad un passo dalle Final Four) e chiamato in estate per guidare i biancoblu dopo la retrocessione dall’A2. Un ritorno per lui a Fabriano, dove ha militato nella sua lunga carriera da giocatore.

Nel suo roster annovera giocatori che hanno già vinto in passato la Serie B: l’ex Cassino Simone Bagnoli (protagonista della promozione di Cassino la scorsa stagione e con una lunghissima carriera alle spalle) che registra 19,2 ppg in 28,9 minuti di utilizzo di media ed il 70% da 2 e 9,2 rimbalzi a partita. Nel ruolo di guardia troviamo invece Adrian Chiera (reduce dalla promozione in A2 con Cento) che viaggia con 10,6 ppg ed il 35% dalla lunga distanza. Altro tiratore molto pericoloso è Di Viccaro che realizza mediamente 10,4 punti. Il quintetto lo completano il giovane pivot classe 1998 Dincic ed il playmaker Guarino: il primo non disdegna il tiro pesante e porta infatti in dote 12,8 punti di media con il 33% dai 6,75 e 7,9 catture a partita, mentre il secondo è il principale tiratore dall’arco dei suoi con il 42% da 3 per i 10,1 ppg in 29,4 minuti di media.

Dalla panchina si alzeranno l’estone classe ’99 Hugo Erkmaa e i vari Milani, Malagoli (211 centimetri), Molinari e Milosevic, tutti giocatori da tenere in considerazione in circa dieci minuti di utilizzo a testa. Quindi, quella che ci apprestiamo ad affrontare, è una squadra molto quadrata. Servirà la migliore Janus per riuscire a strappare un risultato positivo in vista di gara 2 in programma giovedì sera al Palasport di Casalnuovo. Domenica 28, intanto, la palla a due è fissata per le ore 18.00. AVANTI FABRIANO!

Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano S.S.D.R.L.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: