Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Scaligera Verona pronta all'esordio contro Casale Monferrato, le parole di coach Dalmonte e Candussi

La Scaligera Verona è pronta all'esordio nei playoff, ed attende la visita della Junior Casale Monferrato in una serie che si preannuncia incerta e combattuta. Presentiamo la sfida attraverso le parole di coach Luca Dalmonte e di Francesco Candussi, raccolte dall'Area Comunicazione LNP:

Luca Dalmonte: “Coraggio, altruismo, fantasia: vorrei che fosse il nostro ingresso nei playoff. Coraggio, altruismo, fantasia, senso della squadra e il cuore dentro le scarpe: sono elementi che vorrei ci appartenessero in questa post season. Giochiamo contro una squadra di cui siamo consapevoli di pregi e difetti. Ma soprattutto conosciamo i nostri pregi che dobbiamo esaltare con altruismo e fantasia; dobbiamo convivere con i nostri difetti, accettarli, nasconderli e risolverli di squadra. Davanti ad un errore dobbiamo avere la forza di reagire perché non è un tiro che determina la capacità di un giocatore ma il coraggio, altruismo, fantasia, senso della squadra e il cuore dentro le scarpe. Riconosco in Casale la capacità di giocare a tutto campo e la produzione offensiva nei primi sei secondi, le statistiche, dicono sia la migliore della nostra Lega. Giochiamo contro una squadra che ha l’utilizzo più alto del tiro da tre punti dall’arrivo di Pepper. Martinoni e Pinkins sono due lunghi che hanno una doppia dimensione. Questi sono tre punti necessari per leggere Casale nella sua proposta tecnico-tattica. Ma il più importante è il nostro desiderio di ‘buttare’ dentro al campo il ‘noi’ più assoluto”.

Francesco Candussi: “Casale è una squadra solida, che gioca una buona pallacanestro e che coinvolge tutti. Nel quintetto, a mio avviso, ha una buona esperienza soprattutto con Martinoni, Musso e Pinkins; poi ha una serie di giovani molto interessanti, alcuni di grande talento, altri di grande fisicità. Sarà una sfida da giocare a viso aperto, con tutte le energie e molto interessante. Queste serie passano dalla disciplina di tutti i giorni e dal coinvolgimento di tutta la squadra”.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: