Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Upr Montemarciano, coach Luconi ''Siamo stati ingenui, ma tante decisioni arbitrali nel finale sono state dubbie''

L'Upr Montemarciano torna a mani vuote da Macerata al termine di una gara condotta per oltre 35 minuti con vantaggi spesso in doppia cifra. Questa l'analisi della partita insieme a coach David Luconi:

"Macerata ha dimostrato il suo valore giocando, specie nel finale, una gara di grande solidità senza perdere mai la testa. Merito del coach e dei loro giocatori di maggiore esperienza che sono riusciti a mettere in atto quelle soluzioni, come i canestri in avvicinamento e i rimbalzi d'attacco, che erano l'unico modo che avevano per agganciarci e ribaltare una partita che avevamo in mano e siamo stati davvero ingenui nel perdere.

Non ho però francamente compreso perché nell'ultimo quarto l'arbitraggio sia cambiato del tutto rispetto a quello della prima parte. Dopo essere stati 38' avanti anche con vantaggi importanti, vedere svanire il successo anche per alcune decisioni arbitrali dubbie che sono sempre andate a favore dei padroni di casa mi fa arrabbiare molto. Tanto che ho avuto la netta impressione che le ripetute proteste dei locali, messe in atto sin da inizio gara addirittura sulla prima giocata, abbiamo pagato dividendi negli ultimi minuti quando il clima nel palas si è surriscaldato.

Clamoroso rimane il fallo non rilevato su Roberto Mosca a 40'' dalla fine quando eravamo sotto di un punto e avremmo avuto 2 liberi per tornare avanti; Nardi, al quale tra l'altro se non sbaglio sarebbe stato fischiato il quinto fallo, è intervenuto in ritardo dopo che Tagnani aveva battuto la loro difesa. Sul suo scarico Mosca avrebbe appoggiato da sotto se non avesse preso quel notevole colpo sulla mano che è stato evidente a tutti meno che all'arbitro posto sotto il canestro e che avrebbe dovuto fischiare senza esitazione. Diverse volte nel corso della gara ho visto fischiare l'arbitro di testa un fallo che avrebbe dovuto rilevare incece l'arbitro posto sotto il canestro ma in quel caso, neanche ciò non è accaduto.

Va anche precisato che in uno dei nostri ultimi assalti, il possesso era cambiato e avremmo dovuto avere la palla in mano senza che il tabellone dei 24'' indicasse la fine del tempo d'attacco a nostra disposizione. Anche in quel caso gli arbitri non sono riusciti a prendere la situazione in mano e questo dispiace perché la netta sensazione è che l'ambiente abbia condizionato e non poco una direzione di gara che, nella prima parte, era stata davvero eccellente. Noi possiamo migliorare su molti aspetti e ci lavoreremo. La serie è ancora aperta anche se la fisicità di Macerata è davvero notevole e ci mette in grande difficoltà."

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: