Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A2 Playoff G4: Latina beffa in volata la Poderosa Montegranaro, Mercoledì la decisiva Gara 5

Sangue freddo, nulla è perduto. Non bastano tre quarti con poche sbavature alla XL EXTRALIGHT® per uscire dal PalaBianchini col punto del 3-1. La Benacquista Latina ci crede fino in fondo e con un grande rush finale si prende di forza gara 4, rimandando ogni verdetto a mercoledì sera, quando al PalaSavelli (palla a due ore 21) si giocherà la decisiva gara 5 con in palio l’accesso ai quarti di finale. Una gara piena di rimpianti per una Poderosa brava a sopperire all’assenza di Traini (problema muscolare al flessore, si spera in un recupero in extremis per gara 5) mettendo sul campo ordine, faccia tosta e qualità per almeno 30’. Peccato che un nefasto ultimo quarto sia costato carissimo ai gialloblu.

Coach Pancotto lancia in quintetto Testa al posto di Palermo per dosare l’impiego del suo unico play di ruolo e la Poderosa la gara al meglio. Corbett sembra più pimpante delle precedenti uscite e, dopo il 9-7 firmato da uno dei pochi guizzi di Fabi, i veregrensi prendono il controllo del match. Mai una vera fuga, ma i gialloblu sembrano poter controllare senza affanni, anche perché dalla panchina a dare man forte arriva un Treier in versione chirurgo (15 punti in 21’). Carlson punisce un passaggio a vuoto gialloblu fissando il massimo vantaggio latinense dei primi tre quarti sul +3 (29-26 al 12’), ma è solo una sbandata, perché poi prima dell’intervallo lungo la Poderosa accelera. È il momento migliore dei gialloblu, che sigillano la difesa e trovano puntualmente ottime conclusioni in attacco. Con la firma di Corbett poco prima dell’intervallo lungo arriva un 37-47 che fa rientrare la XL EXTRALIGHT® negli spogliatoi con una certa serenità.

È lecito aspettarsi la reazione della Benacquista, con un piede nel baratro dell’eliminazione davanti al proprio pubblico, ma i nerazzurri fanno in tempo a toccare il massimo svantaggio proprio in apertura di ripresa sul -12 (37-49 con canestro di Palermo) prima di abbozzare una reazione. Carlson e Lawrence prendono in mano la squadra, eppure la Poderosa sembra poter contenere il rientro dei padroni di casa, che si avvicinano al massimo fino al -3 (57-60 al 28’ con due liberi del play inglese) ma senza sembrare mai davvero pericolosi. Ma con le spalle al muro, Latina moltiplica le forze e pesca il jolly Cucci. Il lungo nerazzurro realizza 12 dei suoi 13 punti nell’ultimo quarto, diventando un rebus per una difesa gialloblu scopertasi improvvisamente fragile.

Il resto lo fanno un attacco improvvisamente incapace di trovare soluzioni (solo 4 punti realizzati tra il 33’ e il 39’) e un arbitraggio a dir poco permissivo nei confronti dei padroni di casa. Così Latina dal -8 di inizio quarto periodo girano completamente la partita spingendosi fino al +6 (84-78 con poco più di 1’ da giocare). Ora è la Poderosa ad avere le spalle al muro, ma uno stoico Amoroso (20 punti, 6 rimbalzi e 3 assist in 31’) trova dall’angolo la tripla che tiene i gialloblu dentro la partita (84-81 con 55” da giocare). Timeout Latina, che rimette così in zona d’attacco: la pressione difensiva gialloblu è ai massimi e costringe la Benacquista al pasticcio e alla conseguente infrazione di campo. La Poderosa non ne approfitta in attacco e Cucci a sua volta non trova il canestro che potrebbe essere quello della staffa, tenendo una porticina ancora aperta per i sogni veregrensi.

Simmons trova due punti da sotto per il nuovo -1 (84-83) con 10” sul cronometro, fallo immediato di Corbett per spedire in lunetta Cassese, che però è glaciale (86-83 a 9” dalla fine). La giovane guardia latinense spende subito il quarto fallo di squadra dei suoi per evitare guai, ma poi la retroguardia nerazzurra non fa altrettanto l’azione dopo, lasciando a Corbett la chance di pareggiarla sulla sirena: la disperata tripla del Pistolero non lambisce a malapena il ferro e scoppia la festa al PalaBianchini: servirà la migliore XL EXTRALIGHT® e un PalaSavelli vero sesto uomo per staccare il pass per i quarti.

BENACQUISTA LATINA - XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 86-83

LATINA: Lawrence 21, Carlson 23, Hajrovic ne, Cassese 7, Fabi 9, Baldassarre 9, Martini, Allodi 2, Jovovic ne, Cucci 13, Ambrosin ne. All.: Gramenzi.

MONTEGRANARO: Treier 15, Testa 4, Mastellari 2, Simmons 12, Palermo 8, Petrovic, Negri 4, Corbett 18, Amoroso 20, Traini ne. All.: Pancotto.

PARZIALI: 21-24, 16-23, 23-21, 26-15.

Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: