Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Poderosa Montegranaro conquista l'1-0 contro Bergamo, le parole di Simmons e coach Pancotto

Queste le parole di coach Pancotto in sala stampa: «Credo che questa serie sarà contraddistinta dalla capacità di tenuta mentale e dalla gestione delle energie. Abbiamo capito che quando mancano queste ultime bisogna aumentare la qualità difensiva e questa sera l’abbiamo fatto con grande continuità, riuscendo ad abbassare le loro percentuali e quindi i loro punti. Ma siamo stati bravi anche a togliere i 21 tiri liberi che loro fanno di solito. Qualche errore di aggressività sui campi sistematici che ci sono costati dei tiri da 3 senza contrasto, qualche rimbalzo d’attacco concesso di troppo dimenticandoci i tagliafuori dal lato debole.

In attacco la cosa più importante è stata cercare il gioco in area per qualificare il nostro gioco e darci sicurezze, oltre che per toglier loro il gioco in campo aperto. Ci siamo accontentati un po’ troppo del tiro da 3: quando si è stanchi bisogna raschiare il barile del sistema che abbiamo, non inventando qualcosa che non esiste. Perché nel basket, soprattutto nel nostro, la ripetizione e l’acquisizione sono importanti. I tiri forzati non lo sono. Mi aspetto una gara 2 ancora più difficile, a maggior ragione perché sarà la terza partita in fila in casa e dovremo raschiare il barile delle motivazioni».

Queste le parole di Jeremy Simmons in sala stampa: «E’ stata una partita dura, conoscevamo Bergamo avendoli sfidati in Coppa Italia e sapevamo che loro sanno farti giocare male. La cosa più importante credo sia stata la concentrazione che abbiamo avuto, molti di noi erano stanchi ma siamo riusciti a giocare con lucidità. È stata una battaglia e lo sarà anche la prossima. Ma saremo pronti anche per gara 2».

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: