Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Vasto Basket c'è ed abbatte l'Olimpia Mosciano in rimonta, la finale torna in parità

Tripudio biancorosso - palaBCC gremito ! Una gara al cardiopalma, una Vasto Basket mai doma! Come recita l'articolo del nostro amico Antonio Del Borrello, "dall'inferno al paradiso!"; tutto vero. Dal -9 al +2 finale con tenacia, nervi e voglia di vincere la Vasto Basket strappa una gran vittoria e porta la serie sulla' 1 a 1. Coach Gesmundo prima dell'incontro guarda negli occhi i suoi, sa che non si può fallire. C'è bisogno di una vittoria: nel primo quarto già si assapora un match totalmente differente da quello di pochi giorni fa in Gara1. Più concentrati, più cinici e con una difesa come piace a noi (i Vastesi subiranno 66 punti totali). Il maestro da subito in campo, si sa, queste sono le sue partite. Mai domo, mette in ritmo i suoi e manda in delirio i 1000 spettatori presenti con le sue prodezze dall'arco e incursioni mortifere.

Nella prima parte del match è il reparto lunghi a tenere alta l'attenzione: Oluic e Scafidi danno vita ad un match bellissimo nell'area piutturata. Parli dei lunghi, parli dell'ennesima sfortuna: i muscoli di Ciampaglia fanno crack, c'è uno stiramento. Ennesima grana per Coach Gesmundo che perde il lungo marchigiano (si spera per lui un recupero disperato per gara4). Le rotazioni si stringono e la stanchezza si fa sentire, nel secondo quarto gli ospiti provano a scappare (+7) ma Ianuale da 3 rompe l'escalation gialloblu. Oluic prima, Ucci con un recupero pirotecnico e tiri liberi poi, portano all'intervallo la Vasto Basket in perfetta parità (38-38).

Terzo quarto con l'episodio clou: il maestro viene "sgambettato" da Scafidi ma gli arbitri non vedono: è polemica. Si va avanti sempre e comunque, la Vasto Basket non ha intenzione di mollare ma arriva il nuovo break ospite (66-56) che piega le gambe ai biancorossi. Partita finita? No, il vecchio cuore biancorosso batte forte! Di Tizio butta dentro una bomba spaziale, il maestro lo imita e il PalaBCC si infiamma. Gli ultimi giri di lancette sono per i cuori forti, Ucci fa 2 su 2 e Alessandri dall'altra parte sbaglia entrambi. C'è ancora spazio per scatenare l'ira dei presenti: fallo in attacco molto dubbio sanzionato ad Oluic.

Di Tizio la butta dentro dalla distanza: è sorpasso! Successiva azione il nostro zar subisce fallo ma fa 50%. Ultima azione disperata di Alessandri produce due tiri liberi ma la mano trema e fa di nuovo 0 su 2 concedendo l'ultimo rimbalzo alla Vasto Basket che mette fine al match scatenando la festa sugli spalti. E' stata una gara combattuta, tirata e polemizzata Ma si sa, le finali sono così e forse son belle anche per questo. Serie riportata sulla parità: ora si va a Mosciano per due volte consecutive con la voglia di vincerne almeno una delle due. Una cosa è certa: la Vasto Basket, infortunata, incerottata brutta e sporca ha ancora voglia di ballare. E allora...Balliamo tutti insieme. FORZA VASTO

Ufficio Stampa Vasto Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: