Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Basket Group Osimo chiede una diversa assegnazione degli spazi destinati alla pallacanestro

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/28-05-2019/basket-group-osimo-chiede-diversa-assegnazione-spazi-destinati-pallacanestro-600.jpg

Social

Il movimento cestistico osimano, rappresentato dal Basket Group Osimo, al termine della sua seconda sessione di lavori, nel definire gli elementi fondanti del proprio progetto di crescita e consolidamento, pone come priorità assoluta sin dalla prossima ed imminente stagione agonistica 2019/2020 una diversa assegnazione degli spazi destinati alla pallacanestro, con piena disponibilità da parte del movimento di due strutture a tempo pieno.

Questo in funzione di:
- numeri (400 giocatori/giocatrici dal minibasket fino alle squadre senior, senza considerare l’indotto movimentato che si aggira intorno alle 1000 unità complessive)
- esigenze specifiche legate alla pallacanestro (campi regolamentari omologati, fondo in parquet, canestri regolamentari, adeguato spazio per il pubblico in termini di sedute, accessibilità agli impianti, servizi offerti e condizioni di sicurezza)

Attualmente minibasket, settore giovanile femminile e settore giovanile maschile insistono quasi esclusivamente sul Pallone Geodetico “A. Rocchini” che per quanto perfettamente gestito ed ottimizzato, pur tuttavia non dispone di adeguato parcheggio, non ha un bagno per disabili ne’ tantomeno per gli ospiti, non dispone di adeguato spazio per il pubblico ed ha una omologazione FIP in deroga (il che significa che una rigidità da parte della FIP potrebbe impedire lo svolgimento di tutte le partite di campionato).
Tutte le squadre del settore giovanile maschile si allenano una volta per settimana a Passatempo, la cui palestra non ha un campo regolamentare ed ha un fondo assolutamente inidoneo al gioco della pallacanestro, responsabile di molti infortuni e di infiammazioni tendinee in tutti i ragazzi.

Le squadre senior di Serie D Regionale e di Serie C Gold hanno giocato tutte le partite di campionato al PalaBellini, unica struttura insieme al PalaBaldinelli omologata per campionati senior e campionati d’eccellenza giovanili senza potersi mai allenare al PalaBellini. Al PalaBellini sono state assegnate alla pallacanestro giovanile esclusivamente le ore di competenza delle scuole medie primarie Caio Giulio Cesare e Krueger, che quindi in ogni momento della stagione potrebbero essere sottratte senza contropartita.
Nel rispetto di tutte le società sportive cittadine e del diritto di ciascuna di poter praticare adeguatamente il proprio sport, in funzione delle proprie esigenze specifiche, dei propri numeri ed anche della propria storia, il BASKET GROUP OSIMO chiede a chi amministrerà la città dopo il 26 maggio una ottimizzazione ed una razionalizzazione dell’assegnazione degli impianti sportivi in termini di criteri organizzativi e di utilizzo, con regolamenti chiari ed uguali per tutti, che privilegi le società sportive osimane con settori giovanili, evitando usi esclusivi da parte dei gestori , da superare attraverso una regia centralizzata in seno all’assessorato allo sport, che vigili che gli spazi siano assegnati per le effettive necessità di chi li utilizza onde evitare di penalizzare altre realtà sportive della città.

Ufficio Stampa Basket Osimo Group

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: